LA SFIDA NELLA SFIDA: Ünder vs Defrel

10/11/2018 alle 19:49.
sfida-nella-sfida-defrel-under

LAROMA24.IT  - Di talenti, gol da applausi a scena aperta, sogni cullati e poi infranti,  lacrime e spettacolo la rotta Roma-Genova, sponda Sampdoria, ne ha vissute. E l’ennesima replica va in scena nel teatro dell’Olimpico domani, quando sotto il sole autunnale delle 15 la Roma accoglie la squadra di Marco Giampaolo. E tra le mura amiche di casa per la Roma è l’occasione di scuotersi definitivamente, archiviare l’avvio altalenante in campionato, che la vede a soli 16 punti in classifica, e abbondare la fragilità mostrata in Serie A per abbracciare la Roma formato europeo, delle notti scintillanti di . E di incroci, tra la maglia doriana e quella giallorossa, ne sa qualcosa Gregoire Defrel, che quella rotta l’ha percorsa in estate per arrivare a Genova. La sfida, tra arrivi, incroci e saluti, passa per la velocità di Defrel e Cengiz Under.

PROMOSSO/BOCCIATO - No, Defrel non sarà l’unico ex di giornata. Neanche Gianluca Caprari, ma i fari saranno puntati sul numero 14 giallorosso, che nominiamo, a bassa voce, Patrik Schick. In stand by. Sperando che non segua i passi dell’ex compagno, Gregoire Defrel che, tra promesse e minacce, avverte la Roma: “Voglio dimostrare che giocatore sono”. “E’ il profilo che cercavamo, per noi il suo acquisto è stata una priorità”, la presentazione di Defrel con le parole del ds Monchi datata 20 luglio 2017, quando l’ex attaccante del sbarcò nella Capitale al seguito del mentore . Ma, tra sfortuna e l’inizio del calvario con una serie di infortuni, Defrel è stato confinato ai box e ha assaggiato il campo solo in 20 occasioni in stagione, siglando una sola rete. A giochi fatti, saluta e si trasferisce in prestito con diritto di riscatto alla Samp.

Opposto, invece, il percorso di Under, atterrato a Roma tra lo scetticismo, anche per i 14 milioni sborsati dalla Roma per acquistarlo, a distanza di qualche giorno da Defrel con autografo sul contratto targato 16 luglio 2017. Accostate le ambizioni degli albori dell’esperienza romanista (“Voglio diventare uno dei titolari”), l’esterno classe ’97, prodotto del Basaksehir, ha conosciuto prima le fatiche tattiche del campionato italiano che ne hanno pregiudicato la prima parte di stagione, per poi sbocciare nel girone di ritorno e liberare dribbling, sprint e sinistri taglienti, le doti della casa. E nell’orchestra giallorossa della scora annata di ne è divenuto uno degli interpreti principali con i suoi 1552’ accumulati in 32 presenze stagionali, condite con 8 gol e 2 assist.

RINASCITA/CONFERMA - “Redivivo”, il titolo che fotografa il cammino di Defrel. Con Giampaolo in maglia blucerchiata l’attaccante francese classe 1991, schierato in tandem in attacco con Fabio Quagliarella, ha rispolverato il giocatore apprezzato al , complice una condizione fisica ritrovata. In 12 apparizioni con la casacca doriana, tra campionato e Coppa Italia, ha raccolto 904’ disputati con un bottino di 5 reti.
Per Under, invece, consacrato alla fine della scorsa stagione anche da Daniele (“E' il mio ‘cavallo', è un ragazzo umile e con qualità eccelse. Un colpo incredibile di Monchi”), prosegue il periodo della fioritura: padrone della fascia destra giallorossa, il turco è sceso in campo 13 volte in questa stagione tra Serie A e per un totale di 902’, con 3 gol e 5 assist all’attivo. Rinascita per l’uno, primavera per l’altro: Roma-Samp è nei loro piedi.

CC