ROMA-INTER: arbitra Mazzoleni

L’Associazione italiana arbitri ha reso noti i nominativi degli Arbitri, degli Assistenti, dei IV Ufficiali e degli Arbitri Addizionali d’area che dirigeranno le gare valide per la tredicesima giornata di andata del Campionato di Serie A 2014/15. La gara dell’Olimpico

Arsenale degli ultrà nel covo dei neri

IL MESSAGGERO (E. PANARELLA) - Centoquarantatre bombe carta ben conservate in sacchetti di plastica ritrovate nell’ex sede dell’Istituto Poligrafico dello Stato occupato (a più riprese) da antagonisti di destra e sgomberato nove giorni fa. Un vero e proprio supermercato (pericolosissimo) dove

Sale la febbre da spareggio

Lo stadio Olimpico per la sfida del 10 dicembre contro il Manchester City va verso l’esaurito. Fino a ieri erano stati venduti 16.000 biglietti, grazie alla vendita on line che procede spedita da molte settimane. Ma al totale vanno aggiunti

Roma, solo i risultati da Champions

La Roma di Coppa, come quella del campionato, lascia un quesito di fondo curioso e anche un po’ inquietante. Non si capisce quale sia la squadra a cui dobbiamo fare riferimento, quella più vicina alla realtà delle cose. E’ la

Garcia, è sicuro che niente è perduto?

LEGGO (F. MACCHERONI) - Chissà se fa bene Garcia a dire che «nulla è perduto », a ridurre il momento non certo brillante della Roma a un gol preso allo scadere. La Roma è in corsa per la qualificazione ed è

Roma, dopo lo stop lo strip

LEGGO (F. BALZANI) - Una notte di relax tra la piazza Rossa e un locale di strip-tease. La Roma, dopo il pareggio di Mosca, ha provato a smaltire così la rabbia scoppiata negli spogliatoi dopo il gol di Berezutski. A rivelarlo

De Sanctis a vuoto, la Roma prenota Neto

CORSERA (L. VALDISERRI) - Se potesse tornare indietro, nel dopo Cska-Roma, Morgan De Sanctis non andrebbe più davanti ai microfoni. Le sue parole hanno fatto rumore e non sono piaciute a molti compagni e molti tifosi: «Quella situazione non doveva esistere.

Retromarcia De Sanctis: «Potevo evitare il gol»

IL TEMPO (A. SERAFINI) – Una trasferta turbolenta, probabilmente da dimenticare in fretta. Meglio correggere il tiro e tornare nella capitale gettandosi alle spalle risultato, polemiche e prestazioni. La Roma ha lasciato Mosca nella mattinata di ieri sbarcando a Fiumicino

Nervi e strip club, la Roma non si riconosce più

LA REPUBBLICA (M. PINCI/E. SISTI) – Luci basse, divanoni in pelle di pessimo gusto, belle ragazze disinibite. La rabbia per il pari subito al 93’, il nervosismo per la qualificazione compromessa a gara praticamente vinta, alcuni giocatori della Roma li

«Squadra nel pallone, Garcia pure»

GASPORT (C. ZUCCHELLI) – Lo scorso anno, quando la Roma dal 3 novembre al primo dicembre mise insieme appena quattro pareggi contro Torino, Sassuolo, Cagliari e Atalanta, si parlava di «calo fisiologico», di squadra «impossibilitata a vincere tutte le partite» ma

La consolazione dei giallorossi? Uno strip-club

GASPORT (D. STOPPINI) – Mosca sa tentare, è scritto pure nelle guide turistiche. È l’unica città al mondo che vanta una scuola di sesso orale, tanto per rendere l’idea. Mosca sa pure spiare, il Kgb qualche pagina di storia l’ha

Strootman nero per l’errore. Squadra con lui

GASPORT (A. PUGLIESE) - Tra calci alle borse e bottigliette che volavano via, si sono sprecate anche le pacche sulle spalle. Tutte su quelle di Kevin Strootman, protagonista in negativo dell’avvio dell’azione che ha portato al pari in extremis del Cska

La Roma si «consola» allo strip club

IL TEMPO (E. MENGHI) – Il pugno del Tyson di Russia non è stato un colpo da ko totale. C’era tanta rabbia per l’1-1 di Berezutski, per la beffa subìta nella gelida Khimki Arena a pochi secondi dal triplice fischio

Roma, senza ali non vola più

IL MESSAGGERO (U. TRANI) – Se la prima fase fosse finita a Mosca, la Roma sarebbe entrata tra le 16 big di questa edizione della Champions: la classifica avulsa premia ancora il gruppo di Garcia che, con gli stessi punti

De Sanctis, le ragioni di un’uscita a vuoto

IL MESSAGGERO (M. FERRETTI) – L’interrogativo più gettonato del post Mosca è il seguente: cosa c’è dietro le dichiarazioni di De Sanctis, che ha scaricato sui compagni le responsabilità per il gol beccato in pienissimo recupero dal Cska? Una rosicata

«Garcia aveva dato il permesso»

IL TEMPO (E. MENGHI) - Le indiscrezioni arrivate dalla Russia hanno provocato un naturale imbarazzo che da Trigoria hanno preferito non commentare pubblicamente. Nessun comunicato ufficiale, nessuna smentita, ma una versione semi-ufficiale c’è e porta con sé l’intenzione di ridimensionare il

Mosca a luci rosse

IL MESSAGGERO (U. TRANI) – La notte di Mosca non è piccola così: è durata fino all’alba per i giocatori della Roma. E adesso tutti loro saranno convinti che sarebbe stato meglio evitare di farsi vedere in giro a quell’ora,