Castan: «Non ho un tumore, torno presto»

IL TEMPO (E. MENGHI) – Manca l’ok definitivo atteso nella visita di controllo che farà al Campus Bio-Medico: «Fosse per me tornerei contro il Napoli, ma mi fido dei dottori: quando mi diranno di spingere, nessuno mi fermerà più». Mai

La mamma di Ciro: «Portiamo amore allo stadio»

IL MESSAGGERO – «I miei fratelli nella fede hanno preparato uno striscione meraviglioso che invita a combattere la violenza con l’amore; spero che lo potremo esporre»: lo dice Antonella Leardi (nella foto), la mamma di Ciro Esposito, il tifoso napoletano

Destro, gol e nervi come Montella

IL TEMPO (A. SERAFINI) – Prolifici e scontenti. Una storia già sentita e che ormai sta vivendo quotidianamente Mattia Destro, il capocannoniere stagionale della Roma che quando segna mette il broncio. È successo nuovamente mercoledì all’Olimpico, rievocando nella mente del

Napoli, missione normalità

IL MESSAGGERO (P. TINA) – Il titolo al big match del San Paolo è di Rafa Benitez: «Speriamo di parlare di calcio prima, durante e dopo la partita». L’intenzione del Napoli è chiara: concentrarsi soltanto sulla sfida. Il silenzio stampa

Antonini, l’angelo del fango batte la Juve

«Credo che sia un caso il fatto che sia stato proprio io a segnare. Io angelo del fango che batte la Juve di Allegri? Posso solo dire che dopo l’alluvione mi sono sentito in dovere di mettermi a disposizione della

Roma, non solo sorrisi: Destro diventa un caso

REPUBBLICA.IT (M. PINCI) - La serata dell’Olimpico lascia attaccate addosso alla Roma due immagini, addirittura opposte. La linguaccia di Rudi Garcia a Nainggolan, che a fine partita gli indica il maxischermo su cui compare il gol del Genoa che restituiva alla

Tor di Valle, l’altolà degli urbanisti

IL MESSAGGERO (L. DE CICCO) - Il progetto del nuovo stadio a Tor di Valle «stravolge lo spirito del Piano regolatore». E anche tutte le infrastrutture che la giunta comunale ha definito di «pubblico interesse» in realtà sarebbero solo a vantaggio

Aggancio alla vetta

IL TEMPO (T. CARMELLINI) – Ancora Marassi, ancora Genova. Sabato scorso era toccato alla Roma sbattere contro la Sampdoria, ieri alla Juventus di Allegri inciampare sul Genoa di Gasperini: sempre sullo stesso campo di patate. Vergognoso. Altro file rouge della