Welcome Astori. «Questa Roma ha bisogno di lui» Firmato ...
Il capolavoro di Denver fa il giro del mondo. ...
Gervinho va di corsa verso gli Stati Uniti
Pjanic, un poeta del gol per la Roma

Arriva Carrasco. Presto l’annuncio

GASPORT (D. STOPPINI) – Anche l’ultimo scoglio pare superato: la Roma ha respinto l’assalto della Juventus, che ha provato negli ultimi giorni a inserirsi su Ferreira Carrasco sondando le intenzioni del giocatore. Niente da fare: l’attaccante belga ha scelto il giallorosso, convinto

Mirebilandia

LEGGO (F. BALZANI) – Matt Prater e Miralem Pjanic fino a qualche giorno fa ignoravano l’uno le doti dell’altro. Da sabato notte, però, il placekicker dell’Ohio e il centrocampista bosniaco sono stati messi a paragone dai media americani. Il perché

Gervinho va di corsa verso gli Stati Uniti

IL MESSAGGERO (S. CARINA) – Gervinho si è allenato ieri a Trigoria in compagnia del preparatore Ferrari.L’ivoriano è rimasto in campo per circa un’ora, lavorando soprattutto sulla corsa.Oggi il numero 27 della Roma si allenerà sia al mattino che al

Pjanic, un poeta del gol per la Roma

GASPORT (D. STOPPINI) – La magia è prima. È nel pensiero, non nel gesto. Funziona sempre così, nella vita: immaginare un successo, una gioia, un’azione, è sempre più gratificante ed emozionante dell’azione stessa. E allora va in questo modo anche per Miralem

Da Maradona a Rooney ecco i maestri di Pjanic

IL MESSAGGERO (L. PASQUARETTA) – Guardare, riguardare e godere. Da consumare il tasto del replay. Standing ovation e applausi. Belli e impossibili. Da playstation. Come il gol di Pjanic. Pazzesco, l’ultimo in ordine di tempo. Genio e sregolatezza. Tutto in

I piedi fatati della Roma

IL TEMPO (A. AUSTINI) – Un anno fa cercava quelli «brutti e cattivi» per ricostruire le fondamenta. Adesso c’è bisogno di gente che sappia rifinire e curare i dettagli. Sabatini segue il filo conduttore della qualità per costruire la sua

Roma, mosse e volti da vertice

IL MESSAGGERO (U. TRANI) – La distanza, quasi 9000 chilometri da qui a Denver, non distorce l’immagine della Roma di Garcia. Tutto abbastanza chiaro e anche significativo, per quanto lo può essere il calcio d’estate: prestazioni, ruoli, pregi e difetti.

Stadio della Roma in sospeso Otto nodi da sciogliere

IL TEMPO (F. MAGLIARO) – Giovedì 31 luglio è il D-Day per lo Stadio: il Comune darà il responso al progetto di fattibilità presentato dalla società Eurnova del Gruppo Parnasi. Nelle «stanze dei bottoni», però, complice anche il clima avvelenato

Serie A, i criteri di compilazione dei calendari

Domani si terrà il primo atto ufficiale della Serie A 2014/15. Lunedì 28 luglio, infatti, presso gli studi televisivi di Sky si terrà il sorteggio dei calendario (diretta su Sky Sport 1 e Sky Super Calcio a partire dalle 18.45).

Figc, ufficiale la candidatura di Albertini

Demetrio Albertini e’ ufficialmente candidato alla presidenza della Federcalcio, la cui assemblea elettiva e’ in programma il prossimo 11 agosto. L’ex calciatore di Milan, Lazio, Barcellona e Nazionale ha consegnato presso gli uffici della segreteria federale in via Allegri il

Trigoria, primo allenamento per Gervinho (FOTO)

Gervinho è tornato a Roma. Senza perdere tempo l’ivoriano si è subito presentato a Trigoria per iniziare gli allenamenti in vista della prossima stagione. Lavoro atletico per il numero 27 giallorosso, che ancora non può raggiungere i compagni in America

Mercato e choc Conte, Roma più vicina alla Juve

La sfida scudetto ultima scorsa tra Juve e Roma riparte rafforzata dagli eventi del primo mese di mercato, e molto lascia pensare che i giallorossi stiano colmando il gap che li separava dai vincitori degli ultimi tre scudetti. Alle loro

Tavecchio e la gaffe razzista

LA REPUBBLICA (M. SERRA) – Nella grossolana gaffe razzista dell’aspirante presidente del calcio italiano signor Tavecchio pesa certamente la stramba e recente idea che il parlare schietto, anche nelle pubbliche occasioni, sia un pregio di per sé. Ma secoli e secoli

L’uomo delle banane e il silenzio dei colpevoli

LA REPUBBLICA (M. CROSETTI) – Il ritratto del calcio italiano non è tanto un patetico, anziano dirigente che parla di banane e dice un’inaccettabile scemenza razzista, ma il silenzio tombale di tutti i suoi sostenitori. O forse bisogna già chiamarli