LA SFIDA NELLA SFIDA: Strootman vs Torreira

24/01/2018 alle 17:22.
whatsapp-image-2018-01-23-at-17-31-14

LAROMA24.IT (Alessandro Marini) - Mercoledì sera allo Stadio Luigi Ferraris di Genova si affrontano Sampdoria e Roma, nel recupero della terza giornata di Serie A. Una sfida che mette di fronte la quinta e la sesta in classifica: la Sampdoria, dopo la sconfitta contro il Benevento prima della sosta ha ripreso a macinare calcio battendo la per 3-1; i giallorossi, invece, non vincono da oltre un mese ed il pari di domenica a San Siro contro l' è stato buono soprattutto per smuovere la classifica, dopo aver conquistato appena un punto nelle precedenti tre gare. Proprio contro i nerazzurri è stato costretto a schierare nell'inedito ruolo di regista: l'olandese, a parte un breve spezzone di gara contro la Spal, finora aveva sempre giocato, con un rendimento altalenante, da mezz'ala. Il nuovo ruolo cucitogli addosso, per esigenza, dal tecnico abruzzese sembra stargli bene però: soprattutto nel primo tempo il numero 6 giallorosso ha giocato il pallone con ordine, non disdegnando l'aggressione sui portatori di palla nerazzurri. E con ogni probabilità anche a Marassi verrà confermato in quel ruolo, viste le assenze di e Gonalons. si troverà faccia a faccia ad uno dei playmaker più interessanti della massima serie: Lucas Torreira.

IL NUOVO PIZARRO - Lucas Torreira, uruguaiano classe '96, arriva in Italia grazie al che lo aggrega alla formazione Primavera nel 2014 ma ben presto debutta in prima squadra, arretrando il proprio raggio d'azione da trequartista a mediano. La Sampdoria fiuta l'affare e lo acquista, lasciandolo per un'altra stagione in Abruzzo. Nell'estate del 2016 approda a Genova e conquista subito la fiducia di Giampaolo che lo schiera in campo in 35 occasioni. Spiccano fin da subito le sue qualità in fase di costruzione, abbinate al temperamento che da sempre contraddistingue i calciatori sudamericani. Per molti addetti ai lavori, Torreira è il giusto mix tra la fantasia di David Pizarro e l'interdizione di Walter Gargano. In questa stagione, poi, l'uruguaiano ha messo in evidenza anche un'altra dote, il tiro dalla distanza: sono già tre i gol in stagione, non proprio pochi per uno che gioca davanti alla difesa.

CLAUSOLA - Su Torreira hanno messo gli occhi, inevitabilmente, tutti i top team italiani ed europei. La Roma, alla ricerca di un regista puro per la prossima stagione ci sta pensando e potrebbe sfruttare i buoni rapporti con il club doriano per portarlo nella Capitale. Dalla prossima estate Torreira potrà liberarsi con una clausola da 25 milioni di euro. Un vero e proprio affare, se si considerano le cifre che girano in questo periodo e soprattutto le qualità del calciatore.