LA SFIDA NELLA SFIDA: Manolas vs Romagnoli

10/12/2016 alle 17:43.
manolas-vs-romagnoli

LAROMA24.IT (Francesco De Sio) - Dopo la fondamentale vittoria nel derby, la Roma continua il proprio ciclo terribile attesa dal Milan all'Olimpico nel monday night del 16esimo turno di campionato. La gara contro i rossoneri sarà l'occasione anche per mettere di fronte l'attacco migliore del campionato, seppur orfano di Momo , e il centrale difensivo più discusso delle ultime stagioni dai tifosi giallorossi: .

AFFARE O RIMPIANTO? - Ma andiamo per gradi. Romagnoli è solo l'ultimo della serie di difensori ceduti a peso d'oro dall'ex ds , dopo Marquinhos e . Cresciuto nel settore giovanile di Trigoria, il giovane stopper classe 1995 ha esordito in Serie A con la maglia giallorossa il 22 dicembre 2012, ironia della sorte, proprio in un Roma-Milan. Ceduto in prestito alla Samp nella stessa estate 2014 che ha portato alla partenza di direzione Bayern e all'arrivo di dall'Olympiakos, Romagnoli totalizza 30 presenze e 2 gol sotto la guida di Mihajlovic, mostrando una precocità e una classe tali da scomodare paragoni ingombranti con i mostri sacri del passato. Dopo i problemi difensivi palesati in fase di impostazione a seguito dell'infortunio di , però, la Roma cede alla corte del Milan e sceglie di privarsi del difensore nativo di Anzio nell'agosto 2015 per 25 milioni di euro più il 30% sulla futura plusvalenza della rivendita.

DIFESA GRECO-ROMANA - Come due linee parallele, i cammini di e Romagnoli si sono spesso avvicinati, quasi toccati, senza tuttavia mai intrecciarsi davvero, se non in una fase del ritiro 2015 della Roma, prima della cessione dell'italiano. Il 1° agosto del 2015, al Josè Alvalade di Lisbona la Roma affronta in amichevole i padroni di casa dello Sporting Club perdendo per 2-0: anche in quella occasione i due difensori si rendono protagonisti di una staffetta sostituendosi al minuto 58, senza quindi mai di fatto avere la possibilità di giocare fianco a fianco. Le loro caratteristiche, però, sembrano congeniali per formare una coppia di centrali perfettamente complementare, dote quanto mai necessaria per un tandem difensivo. Agile, veloce e marcatore 'spartano' Kostas (13 falli commessi e ben 10 subiti); elegante e pulito, quasi al punto tale da risultare allergico ai contrasti Alessio (31 palloni recuperati, 5 falli commessi e addirittura 3 dribbling completati). Una cerniera difensiva 'greco-romana' che avrebbe giovato alla Roma non solo sul piano della celebre 'lotta', ma anche in quello dell'impostazione difensiva, tuttora tallone d'Achille dell'inizio dell'azione dal basso dei giallorossi.