DOTTO: "Preoccupato da Strootman e Nainggolan" - CASANO: "Non bisogna stravolgere tutto per due sconfitte"

29/12/2017 alle 17:19.
massimo-ascolto-new

Ultima fatica dell'anno per la Roma. All'Olimpico arriva il e per Franco Melli è l'occasione per "sperimentare bene la possibile intesa tra e Schick". Stefano Agresti avvisa sull'attaccante ceco: "Non carichiamolo di troppe responsabilità, sarebbe ingiusto e ingeneroso". Tra gli avversari ci sarà anche l'ex Politano, per Roberto Renga meglio lui rispetto a Defrel: "Io non l'avrei mai lasciato andare via, magari esagero".

Alessandro Austini parla di mercato e di Milan Badelj? "Se arrivasse lui, secondo me continuerebbe a giocare ". "Un nome buttato nel mucchio per fare numero", secondo Federico Nisii.

______

Questo e tanto altro in "Massimo Ascolto" rubrica de LAROMA24.IT, curata dalla redazione. Una passeggiata tra i più importanti programmi radiofonici della Capitale. Buona lettura.

______

  • E’ chiaro che c’è l’amarezza per 2 passi falsi consecutivi e pesanti ma se fosse tutto perduto oggi, con gli ottavi di e un distacco teorico di soli 4 punti dalla vetta… Vuol dire che non c’è neanche la possibilità di poter competere: la Roma è dentro ogni prospettiva per campionato e . La cosa peggiore ora sarebbe deprimersi, 2 partite non possono cancellare un percorso di 5 mesi. Ma i 3 punti di domani vanno portati a casa, servono risposte (ANDREA PUGLIESE, Tele Radio Stereo, 92.7)
  • Ora è padrone della situazione, mi è piaciuto il sostegno a Schick. La fiducia dell’allenatore deve avere necessariamente una risposta in campo, se non arriverà allora ci sarà da preoccuparsi. Oggi non si è parlato di , che è un problema altrettanto grande. Come , due giocatori che finora non abbiamo avuto ai livelli dell’anno scorso, sono ancora spaesati: temo non riescano a trovare un posto in questo sistema di gioco (GIANCARLO DOTTO, Tele Radio Stereo, 92.7)
  • La notizia negativa del 2017 è stato l’addio al calcio di , non posso dire che non mi manchi. Quando ho visto Schick davanti al ho immaginato che ci fosse lui: avrebbe fatto il cucchiaio e sarebbe stato gol (ROBERTO RENGA, Radio Radio, 104.5, Radio Radio Lo Sport)
  • Schick, al netto della fregnaccia che ha fatto con la , resta un grande giocatore. E ci crede, può diventare una risorsa infinita. Non mi è piaciuto quel passaggio ‘giustificatorio’ su -Roma: non possiamo accontentarci di mettere solo in difficoltà la , è un discorso da ‘Rometta’  (MAX LEGGERICentro Suono Sport, 101.5, 1927 – La storia continua…)
  • ha dimostrato l’atteggiamento giusto: non bisogna stravolgere tutto il lavoro svolto e cambiare modulo per 2 sconfitte. E su ha ragione, dobbiamo smetterla di compatire i giocatori: ha sempre fatto gol, deve scuotersi (FRANCESCO ODDO CASANOCentro Suono Sport, 101.5, 1927 – La storia continua…)
  • Ho visto oggi in conferenza stampa leggermente più teso rispetto alle altre volte, ma ci può stare. Ha pungolato diversi giocatori: in particolare , Pellegrini e , per far capire che si aspetta di più in alcune situazioni. In queste problematiche si deve vedere il tocco del grande allenatore (MICHELE GIAMMARIOLI,  Centro Suono Sport, 101.5, 1927 – La storia continua…)
  • Non sto vedendo ciò che mi sarei aspettato da mister in fase offensiva. Non si può scaricare la responsabilità di quello che fanno i giocatori su loro stessi, ma è l'allenatore che deve trasmettere l'atteggiamento giusto. sta mancando, l'anno scorso era impiegato in un ruolo diverso e rendeva al meglio (LUIGI ESPOSITO,  Centro Suono Sport, 101.5, 1927 – La storia continua…)

______

  • Monchi sta certamente sondando il mercato in uscita e in entrata. La Roma, che può essere certamente migliorata, può farlo solo se riesce a cedere. Non fatevi ingannare dai nomi lì, tanto per fare numero, come Badelj (FEDERICO NISII, Tele Rado Stereo, 92.7)
  • Il 4-2-4 andava bene per il Torino di Ventura, non vedo perché non possa andare bene per la Roma. Defrel? Certo, non è proprio il suo anno… Si fa davvero fatica a crederci, queste dinamiche di infortuni avvengono solo a Roma. Siamo ai limiti del paranormale (ANDREA DI CARLO, Tele Radio Stereo, 92.7)
  • Il 4-2-4 è bocciato per me, mi ricorda troppo Ventura. Non vedo perché debba cambiare (ILARIO DI GIOVAMBATTISTA, Radio Radio, 104,5, Radio Radio Lo Sport)
  • Se dovessimo paventare un pareggio del , allora lasciamo perdere: il campionato della Roma sarebbe finito. Ma Iachini sarà costretto a togliersi il cappello. Sono curioso di rivedere Schick con , dall’eventuale intesa la Roma può ottenere quello che ora manca: l’azione da gol (FRANCO MELLI, Radio Radio, Radio Radio, 104,5, Radio Radio Lo Sport)
  • Non ci sono partite facili, dipende tutto dalla Roma. Se ripenso alla partita con il Cagliari mi vengono i brividi… Il futuro immediato passa da Schick: o riesce a dare gol e inventiva oppure la qualità della squadra non cresce (LUIGI FERRAJOLO, Radio Radio, Radio Radio, 104,5, Radio Radio Lo Sport)
  • E’ ingeneroso, improduttivo e ingiusto caricare Schick di responsabilità. Mi sembra che stia diventando il colpevole dei mali della Roma, gli va concesso il tempo di inserirsi con calma, viene da 6 mesi di inattività e non si è mai confrontato a questi livelli. Chiedergli di diventare il trascinatore, solo perché è stato pagato tanto, non fa il bene della Roma. Se lo ammazziamo per un gol sbagliato è la fine, fa bene a farlo giocare (STEFANO AGRESTI, Radio Radio, Radio Radio, 104,5, Radio Radio Lo Sport)
  • / /4-2-4 spiegatemi le differenze. Solo numeri vuoti, senza significato. Il calcio è dinamico, è ricerca della superiorità ed è per questo che Schick e potranno fare bene assieme (DANIELE CARBONI, Centro Suono Sport 101.5, Ingresso Libero)
  • La Roma domani deve ritrovare la vittoria anche se con il non sarà assolutamente facile. Spero in un gara ricca di reti, e mi auguro di vedere proprio Patrick Schick esultare per dimenticarsi dell'ultimo minuto di Torino, deve rifarsi subito (PAOLO ROCCHETTI, Centro Suono Sport 101.5, Ingresso Libero)
  • Si parla molto del record dei punti che la Roma potrebbe stabilire nell’anno solare del 2017, ma col , rilanciato dalla cura Iachini, bisognerà vincere per non perdere contatto dalle prime, e per chiudere in bellezza un mese come quello di dicembre, avaro di risultati e di bel gioco (ALBERTO MANDOLESI, Centro Suono Sport 101.5, Ingresso Libero)

_ _ _

  • Contro il per la Roma sarebbe una vittoria fondamentale per tenere il passo delle prime nella lotta scudetto. Sono le tipiche partite che permettono all'allenatore di provare le alternative e trovare nuove soluzioni e sicurezze in più. Mercato? Secondo me la Roma va bene cosi com'è e può trovare soluzioni interne, magari cambiando qualcosa nell'assetto (ROBERTO PRUZZO, Radio Radio, 104.5, Radio Radio Mattino Sport e News)
  • Tridente Schick, con o ? Secondo me è forzato per fare giocare e Schick insieme. Il ceco non è un esterno, ma una punta e si sta adattando: a volte è bravo con i tempi, a volte invece pesta i piedi a . Domani sarà fondamentale il risultato. Terzino a gennaio e Berardi in estate? Secondo me la Roma ha bisogno di giocatori pronti (FERNANDO ORSIRadio Radio, 104.5, Radio Radio Mattino Sport e News)
  • Mi è piaciuta una frase di , che vincere è una parata, un tiro, un allenamento. Questo dovrebbero capire i giocatori della Roma, compreso lui: ogni singolo gesto in ogni singola partita serve per vincere. Badelj? Se arrivasse lui, secondo me continuerebbe a giocare . Serve prendere uno che metta in panchina il numero 16, forse Torreira sarebbe uno in grado di giocare (ALESSANDRO AUSTINI, Tele Radio Stereo, 92.7)
  • A Roma per Iachini sarà praticamente impossibile, ma attenzione perché non sarà una partita facilissima, servirà pazienza per i giallorossi. Iachini farà catenaccio (FURIO FOCOLARIRadio Radio, 104.5, Radio Radio Mattino Sport e News)
  • Contro il sperimenterei bene la possibile intesa tra e Schick. Sacrosanto mettere Pellegrini al posto di , soprattutto per i minuti finali contro la (FRANCO MELLIRadio Radio, 104.5, Radio Radio Mattino Sport e News)
  • La Roma segna poco anche perché mancano i gol dei centrocampisti. Il mister in allenamento sta insistendo tanto su questo particolare, ma è chiaro che se gioca lontano dalla porta è complicato che segni gli stessi gol dell'anno scorso (GIOVANNI PARISI, Centro Suono Sport, 101.5, Te la do io Tokyo)
  • Meglio Politano di Defrel? Si, io non l'avrei mai lasciato andare via, magari esagero. Giusto che giochi Pellegrini, che rispetto a è un giocatore che a destra permette di coprire e consente a di sganciarsi e recuperare le antiche posizioni della scorsa stagione (ROBERTO RENGARadio Radio, 104.5, Radio Radio Mattino Sport e News)