L’anima romanista di un gruppo vincente

14/03/2018 alle 09:01.
as-roma-v-shakhtar-donetsk-uefa-champions-league-round-of-16-second-leg-13

 Delle cifre, dei record, dei clean sheet, di  disoccupato e della statura mondiale di  abbiamo scritto e scriveremo tanto anche nei prossimi giorni su questo giornale unico, pazzo e appassionato proprio come questa squadra. [..] Imprese che pochi pensavano fossero nelle corde di una squadra e di un allenatore che sono stati addirittura vilipesi nei momenti più bui di gennaio e di febbraio per aver collezionato tutte insieme le incertezze che solitamente una squadra nuova e in costruzione distribuisce in maniera uniforme nel suo percorso di crescita. Due squadre simili, quel e questo Shakhtar, con grandi valori tecnici e preparatissime guide tattiche, eppure costrette ad inchinarsi una dopo l’altra, a distanza di dieci giorni, di fronte alla grandezza della Roma, che non ha la velocità, non ha la capacità di palleggio, non ha l’incisività e la tecnica, ma è diventata una squadra fatta da giganti che esultano dopo una scivolata vincente, che si abbracciano da lontano dopo un gol ( che invece di raggiungere il mucchio preferisce non lasciare solo nella gioia), che combattono sul filo dell’acqua tenendo a volte la testa sotto e rialzandola quando meno te l’aspetti, che s’indignano per un gesto violento nei confronti di un ragazzino e lo vanno a difendere anche a costo di subire provvedimenti arbitrali. [..]

LEGGI L'ARTICOLO INTEGRALE

(Il Romanista - D. Lo Monaco)