Roma, i tifosi non perdonano Schick: «42 milioni per spararla addosso al portiere»

25/12/2017 alle 08:35.
img_2938

ILMESSAGGERO.IT (G. LENGUA) - Disperati, stanchi ed abbattuti: i 2100 tifosi della Roma che sono tornati da Torino dopo aver assistito all’ottava vittoria bianconera della allo Stadium, non hanno voglia di sfoggiare sorrisi. È come se il sogno di arrivare in cima al campionato a maggio fosse svanito. Qualcosa si è rotto: non è più un allenatore così vincente, Schick nel momento del bisogno si è fatto trovare impreparato e sembra essere tornato quello di due anni fa. Non un Natale da ricordare, quindi, per la Roma e suoi tifosi costretti ad assistere a ben 160 tiri nelle ultime 10 gare, ma convertiti in gol solo 10. 

In questi due giorni di riposo (ripresa degli allenamenti il 26 dicembre alle 11), avrà tempo per riflettere e mettere mano ad un modulo che non rappresenta più una garanzia, come accaduto fino al derby del 18 novembre: da quel giorno in poi, infatti, la Roma ha vinto solo tre volte su 8 partite giocate. La miglior difesa del campionato (solo 11 gol subiti), non basta per portare a casa lo Scudetto. In attacco c’è bisogno di una scossa che sblocchi una situazione non all’altezza di una squadra che lotta per vincere un titolo: sono solo 28 le reti segnate in Serie A dalla Roma, le stesse dell’Atalanta e due in meno dell’Udinese.

Proprio sull’attacco il grande protagonista, in negativo, sui social è stato Patrik Schick bersaglio di tifosi inferociti dopo che il ceco si è divorato il gol a tu per tu con «è stato peggio del finale di Gomorra», «errore imperdonabile», «un suo gol avrebbe cambiato la stagione», «Schick is the new Fabio Junior», «42 milioni per spararla addosso al » e così via. Insomma, all’ex Sampdoria non viene perdonato l’errore allo Stadium anche se qualche attenuante è dalla sua come l’infortunio che lo ha tenuto fermo per due mesi. 

Non solo Schick, però, sul banco degli imputati anche il direttore sportivo Monchi colpevole, secondo la tribuna social, di non aver fatto un mercato utile per : «la squadra che è scesa in campo contro la è quasi tutta fatta da uomini di , ad eccezione di Kolarov», «manca un regista, un esterno che segni e sappia crossare, un ed un regista difensivo che ogni tanto si addormenta. Insomma c'è tanto lavoro da fare». «Perché la Roma che ha venduto pezzi da 90 per poi prendere bidoni?», il riferimento di questo ultimo commento è alle cessioni estive di e .

VAI ALL'ARTICOLO ORIGINALE