Nainggolan, scontro su Twitter coi tifosi della Juve: "Tre pere? Dipende come..."

26/07/2015 alle 10:41.
nainggolan-visite-mediche-villa-stuart-lr24

GAZZETTA.IT (C. ZUCCHELLI) - dice ai media indonesiani: "Meglio una vittoria con la Roma che 10 con la ". Il sito della società giallorossa lo riporta, i tifosi bianconeri insorgono. E risponde per le rime, come sua consuetudine. Il tutto, ovviamente, via . "Vai tranquillo - gli scrivono - perché nessuno avrebbe speso 20 milioni per te". Risponde : "Ne volevano pagare anche di più". I botta e risposta continuano incessanti: a chi lo accusa di aver nominato la solo per avere titoli sui giornali, il centrocampista belga replica confermando la sua avversione per la carta stampata: "Ma che me ne frega dei giornali. Non parlavo perché scrivevano cose che non c’erano, erano cazzate. Ma io so cosa volevo e cosa no".

SOLO LA ROMA — Da parecchio tempo, lo fa capire piuttosto chiaramente, la era sulle sue tracce. Silvio gli scrive: "Se la Roma non ti avesse comprato e la ti dava i soldi, saresti venuto lo stesso". La replica: "È successo, bello mio, da 4 anni. Si vede che non sai le cose”. Secondo il belga, la Roma è sempre stata l’unica squadra per lui, anche a costo di rinunciare a qualche trofeo: "Se oggi sto qui si capisce cosa volevo no? C’era chi voleva pagare anche di più per me...", dice sibillino, aggiungendo: "E si sa chi, anche io sono bene chi mi voleva". La lite continua: "Grazy " prevede che "anche quest’anno beccherete 3 pere allo Stadium" e risponde: "A volte si possono accettare, dipende come". Il riferimento - neanche troppo casuale - è alle recriminazioni giallorosse della gara d’andata a Torino della passata stagione.

OBIETTIVO — - Le provocazioni (e le risposte) continuano per almeno due ore (nella notte italiana). C’è chi scrive: "Nella vita 10 trofei non li vincerai mai", e replica: "Ma va bene, a volte nella vita bisogna avere degli obiettivi. L’importante è essere felici". Il suo, di obiettivo, "è raggiungere la ". Quando gli fanno notare "che è meglio arrivare in finale, anche perdendola, che fare figure di m... perdendo 7-1" si toglie un sassolino dalla scarpa: "Alla fine però hai vinto quanto noi". Solo in , ovviamente. Il centrocampista, almeno, aggiunge un sorriso a quest’ultima risposta, prima di risalire in aereo direzione Roma (la squadra stava facendo scalo da Giakarta) e salutare tutti. A modo suo: "Se adesso gli juventini si occupano della loro squadra per favore, invece di rompere a me. Ciao". chiuso, almeno fino alla prossima puntata.

VAI ALL'ARTICOLO ORIGINALE