Florenzino Peres

17/09/2017 alle 16:49.
florenzi-dzeko-2

LR24 (DARIO BERSANI) - Nelle avvertenze, il bugiardino del calcio, è scritto a caratteri cubitali che è vietato esaltarsi per aver spezzato le reni al Verona. Gente che va per rinviar palla e colpisce altra gente, che resta in campo menomata fingendo il nulla. Come quando cadi rovinosamente per strada, il mondo ti ha visto ma tu ti rialzi in un istante con disinvoltura e con tutta la morte possibile dentro. La Roma vince la seconda e le immagini mortificano Ferrari e Fossati. Scaligeri per contratto, calciatori per caso. Impresentabile l'Hellas, ad oggi da metá classifica in B. Stanno bene così, loro e l'infausto che c'era riuscito pure ieri a segnare.
Piuttosto: è tornato , sarà il caso di occuparsene. Quasi un anno dopo. Il più fresco di tutti fino al novantesimo.

Sentivo proprio ieri Zidane ribadire quel vecchio adagio pallonaro secondo cui il ritorno di un calciatore alla piena efficienza agonistica avviene in modo direttamente proporzionale alla durata del suo infortunio. Stai fuori sei mesi, ce ne vogliono altrettanti per non considerarti allo stato larvale. Vale, è vero, per molti. Non vale per . Una locomotiva col volto der poro Nick Novecento.

Una compartecipata 60% 40% Giggs, un fucile d'assalto col miglior mirino di precisione. L'azione del raddoppio di è un bignami e illustra il segreto del Gioco. In definitiva, serve solo il fiato per arrivare sul fondo in percussione, la testa per alzare la testa e vedere se tante volte arriva qualcuno pronto di testa. E la sensibilità di tocco per impiattare il tutto con l'assist in vinaigrette. Le finte a rientrare, poi, quelle che umiliano il difendente, sono come le triglie alla livornese: non le fa più nessuno. Perchè da lì, male che vada, crossi come puoi, festeggi il corner e hai fatto il tuo. No. Qui si rientra e si crossa, signori. E allora bentornato e grazie a . Per essersi ripresentato così e anticipatamente grazie pure per quando si ripeterà (perché si ripeterá) contro Marcos Alonso o Filipe Luis.

Ce n'era abbastanza insomma per esultare, se solo non avessimo indossato una maglia al gusto di cioccolato e limone. Tre punti e due dubbi in più, da ieri sera. Chi cazzo se la compra questa maglia, è il primo.
Il secondo è non capire. Non capire se sia più grande la felicità di aver ritrovato o quella di aver perso Bruno .

@DarioBersani - Disappunti Di Viaggio