Roma-Sassuolo, Iachini: "I ragazzi hanno dato un’organizzazione di gioco propositiva"

30/12/2017 alle 17:20.
iachini-sassuolo

Giuseppe Iachini, tecnico del , ha rilasciato alcune dichiarazioni nel post partita del match pareggiato 1-1 all'Olimpico contro la Roma. Queste le sue parole:

IACHINI A MEDIASET

Qual è stata la pozione magica per trasformare questo ?
Nulla di particolare, abbiamo portato i nostri metodi di lavoro e abbiamo scelto un modulo da portare avanti, i ragazzi si sono a disposizione e messo bravura nel possesso palla. Potevamo anche ripartire meglio e concludere meglio, ma ci lavoreremo sopra.
Prima mancava convinzione?
Non parlo del passato, parlo solo di quello che vedo. I ragazzi si sono sotto e hanno dato un’organizzazione di gioco propositiva, abbiamo lavorato molto sui movimenti offensivi. Possiamo crescere ancora, qualsiasi modulo non può prescindere dalla mentalità giusta
Il pianto di Cannavaro?
Un grande professionista, mi dispiace che abbia preso questa decisione ma sono felice che la sua ultima partita coincida con una bella prestazione, lo porteremo nel nostro cuore

IACHINI A SKY SPORT

Ha dato leggerezza mentale alla squadra da quando è arrivato.
Ho portato il mio metodo di lavoro e la convinzione, la squadra va organizzata in entrambe le fasi sfruttando le proprie caratteristiche. Abbiamo fatto un’ottima gara, abbiamo sbagliato davanti però abbiamo avuto anche occasioni per sbloccarla.Cannavaro le mancherà?
Sono stato contento per lui, ha fatto una grande prestazione. Ha onorato il suo addio con una buona partita, meritava di concludere in modo positivo. Gli faccio un in bocca al lupo per la sua carrieraIACHINI A RAI SPORTQual è la ricetta Iachini? 
Lavoro sul campo, ho cercato di dare un’organizzazione di gioco adeguata. Dobbiamo lavorare di più sulla conclusione offensiva, perché lavoriamo molto bene sulla costruzione e sulla fase difensiva ci manca un po’ di lucidità.ù

Berardi? 
E’ stata una settimana particolare per lui, è ovvio che ci manca la sua qualità però oggi chi l’ha sostituito ha fatto molto bene. Deve essere questo l’atteggiamento di squadra.

IACHINI IN CONFERENZA STAMPA

Dopo l’ aveva detto che aveva visto un quasi perfetto. Come giudica la prestazione di oggi?
La squadra ha fatto una buona gara, soprattutto nell’interpretazione. Siamo stati sempre pronti a ripartire verso la porta avversaria, abbiamo creato diverse situazioni che dovevano trasformarsi in occasioni da gol: tiri in porta migliori, con più decisione e migliore scelta nell’ultimo passaggio. Nel primo tempo abbiamo rischiato in un paio di situazioni e in una abbiamo preso gol ma nello stesso tempo quando andavano in avanti davamo sempre l’impressione di poter far gol e poter far male agli altri. Questo è lo spirito che voglio, nel secondo tempo non ci siamo abbassati tantissimo ma dobbiamo crescere in questo senso. C’è sempre stata la voglia di andare a recuperare la partita e a fare gol, questa deve essere la nostra mentalità. Il risultato, per quello che è stato lo sviluppo della partita, è ampiamente meritato.

Facendo un bilancio può ritenersi soddisfatto di questa avventura al ?
Io non sono mai soddisfatto, penso solo a lavorare, a livello di punti stiamo avendo una media molto importante. Stiamo trovando la nostra organizzazione di gioco fatta di mentalità, intensità e di movimenti giusti sui quali per ora non possiamo chiedere di essere perfetti, ma quello è il percorso. La squadra mi sta seguendo e sta dando grandissima disponibilità, la nostra posizione in classifica, il nostro cuore e la nostra testa sono cambiate in un mese e questo ci fa ben sperare per il futuro, bisogna essere attenti ai dettagli.

Berardi e Goldaniga sono stati esclusi per problemi fisici?
Non erano neanche in panchina. Berardi abbiamo provato a recuperarlo dopo un colpo al piede rimediato contro l’, pensavamo di averlo con noi ma ha sentito dolore dopo la rifinitura. Goldaniga ha avuto 39 di febbre ed è normale che non potesse giocare. Guardiamo al gruppo, tutti i giocatori sono importanti, chi ha giocato oggi ha fatto bene ed ha dimostrato di essere un gran professionista ed essere importante per il .

Su Cannavaro…
Sembra uno scherzo del destino, Paolo sarà stato contento, avevo chiesto ancora più attenzione e determinazione nell’andare a far gol. La personalità era importante per rendere omaggio all’ultima apparizione nel calcio di Cannavaro, sono contento per lui, meritava un risultato positivo perché è un grande giocatore e una grande persona. Mi dispiace di averlo avuto solo per un mese, gli auguro le migliori fortune.