JUAN JESUS: "Il diverso rendimento tra campionato e Champions è questione di concentrazione. I giovani? Oggi per loro è tutto più facile"

09/11/2018 alle 14:35.
lp_8242566

SKY SPORT - In esclusiva ai microfoni dell'emittente sportiva è intervenuto il difensore brasiliano della Roma, Juan Jesus, in vista della sfida di campionato tra i giallorossi e la Sampdoria, in programma domenica all'Olimpico alle 15.00. Queste le sue dichiarazioni:

Ora l'obiettivo in è provare a battere il per chiudere primi nel girone, si può fare?
"Certo, ci servono pochi punti per passare il girone, però puntiamo sempre a vincere. Sappiamo che sarà difficile ma saremo prontissimi".

Perché il diverso rendimento tra campionato e ?
"Credo sia questione di concentrazione. Sai che in ci sono solo 6 partite del girone e sei più concentrato ma dobbiamo recuperare in campionato perché non è il nostro posto stare così lontano dalle prime in classifica. Dobbiamo tornare ad essere la Roma di prima".

Ci sono due grandi centravanti nella Roma, ci aiuti a definire le qualità di Schick?
"Lui è ancora giovane, ha una grande pressione addosso. Ha qualità, ma deve provare ad avere un carattere più forte anche se ognuno ha il proprio carattere. E' un bravissimo ragazzo e può diventare ancora più forte. Serve pazienza e fiducia, è un grandissimo calciatore secondo me".

Un consiglio anche per gli altri giovani della Roma.
"Sì, ne parlavo anche l'altro giorno con Kostas (, ndr), oggi i giovani sono più fortunati di noi. Prima era più difficile arrivare in prima squadra, oggi invece basta che sei un po' più bravo e sei in prima squadra. Loro arrivano e pensano di essere già al massimo, ma non devono accontentarsi e devono fare sempre meglio. Sono già tecnicamente bravi, ad esempio Under è velocissimo così come Kluivert, Zaniolo ha una forza incredibile. Devono lavorare, devono capire che il calcio corre veloce".

Domenica c'è la Samp, che risposte dovete dare?
"La Samp ha una grande squadra con un grande allenatore, noi dobbiamo vincere perché abbiamo bisogno dei 3 punti per la classifica e per noi stessi. Dobbiamo vincere per forza perché poi c'è la sosta e avremo tempo per allenarci".

Si è complicata la corsa al 4° posto?
"Il tempo stringe, dobbiamo correre. Non credo che possiamo accontentarci del 9° posto".

E' più difficile raggiungere il 3° posto o la semifinale di ?
"Se lavoriamo con la testa giusta possiamo arrivare ancora più lontano sia del 3° posto sia della semifinale di . Io ci credo e lotto per la Roma, dobbiamo lottare fino all'ultimo".