DI FRANCESCO: "Dobbiamo alimentare l'entusiasmo, sostituiremo al meglio chi è partito" (VIDEO)

08/07/2017 alle 09:13.
di-francesco-7

ROMA TV - , allenatore della Roma, è intervenuto questa mattina ai microfoni del canale ufficiale del club prima dell'inizio dell'allenamento della squadra a Pinzolo. Questo l'intervento del tecnico giallorosso:

Come sta vivendo questo ritorno in giallorosso?
E’ cambiato moltissimo, sicuramente in meglio e mi auguro di poterle migliorare. Ci sono lavori in corso e dobbiamo integrare al meglio questa squadra e capire le esigenze generali che verranno fuori in questo ritiro

Ci sono i presupposti per lavorare bene?
Si lavora bene da queste parti, conosco bene questa regione. Ci auguriamo di disputare al meglio questa settimana. Magari qualche giovane che conosciamo qui in ritiro potrebbe rimanere costantemente con noi.

Da quando era calciatore le cose si sono evolute, le grandi sono entrate in una dimensione internazionale e ci sono le tournée Come si trova a confrontarsi con questa nuova realtà?
Per me è la prima volta. Noi allenatori ci lamentiamo sempre di questo e capisco il perché, la possibilità di non lavorare con continuità non ti permette di crescere costantemente ma lo sapevamo, adatterò il mio lavoro in base alle esigenze. Siccome il calcio è cambiato, dobbiamo sfruttare al meglio le opportunità che abbiamo e questa settimana è un’ottima opportunità per me per entrare a far parte di questo contesto e per capire.

L'entusiasmo dei tifosi è cambiato, ieri era il primo giorno e si è vista già molta gente. Quanto è importante partire con l'entusiasmo giusto?
Dobbiamo essere bravi a mantenere questo entusiasmo, partire bene fa piacere e la novità porta entusiasmo, dobbiamo alimentarlo costantemente con gli atteggiamenti giusti, anche in questi allenamenti che ci porteremo dietro durante l'anno.

Il primo giorno subito una partitella intensa.
Mi metto nei panni di chi è venuto qui, sarebbe stato giusto andare subito in albergo ma mi piaceva dare l'idea di quello che voglio trasmettere ai ragazzi, che lo hanno interpretato con entusiasmo - anche troppo - facendo una partita quasi vera. La gente è venuta, perchè no dare loro quello che si aspettano? Si corre il giusto, vedere giocare a calcio è il desiderio di tutti. Sono stato dall'altra parte per tanto tempo e c'è piacere a giocare subito una partita, con gli allenatori che ho avuto non si vedeva subito il pallone... L'aspetto ludico non deve mai morire, è un lavoro che va fatto con serenità ma il piacere di scendere in campo non deve mai mancare. C'è un tempo per tutto, ci sarà tempo per lavorare anche meno con il pallone ma è importante fare tutto, nella condivisione tutto vede meglio.

Come sarà il programma degli allenamenti?
Oggi vedrete una parte fisica e poi una parte tecnico-tattica, sulle situazioni di sviluppo e la fase difensiva, lavoreremo su alcuni concetti e si userà anche il pallone, in altri casi lo eviteremo perchè potrebbe comportare qualche infortunio. Dobbiamo sfruttare il tempo al meglio, per  questo cercherò di mettere il lavoro con il pallone anche nelle sedute della mattina.

Ieri ha sollecitato i giocatori a tirare in porta.
E' una squadra che ha fatto tanti gol, ma alcuni giocatori per me non devono giocare per il campo: devono avere un'idea ben precisa, far male agli avversari, voglio trasmettere agli attaccanti questo pensiero. Sono ragazzi giovani e vogliono prendere palla lontano dalla porta e questo gli permette di avere poche opportunità, io voglio invece renderli più incisivi.

19 mila abbonati, un punto di partenza.
Per me è una grande risposta, nonostante non siamo una squadra ancora completa. Sono andati via giocatori importanti ma sono convinto che li sostituiremo al meglio. Il numero degli abbonati è una risposta, la gente ci crede e ci credo anch'io. Se non siamo positivi all'inizio... E' qualcosa di fondamentale.

Ci presenta il suo staff?
Tomei è il mio vice, lavora con me da tanti anni, da quando ho iniziato ad allenare. Si occupa della fase difensiva, essendo stato un ex difensore. La nostra voce è univoca, quello che dicono loro è ciò che dico io. A seguire c'è Pierini, che si occuperà dell'analisi video con Beccacioli e farà anche da scout quando servirà. Ha lavorato tanto con i giovani ed è un fedelissimo anche lui, quando mi serve un consiglio mi rivolgo sempre a lui. Per la parte tecnica c'è Romano, cercherà di migliorare la tecnica e vi assicuro che non parteciperanno solo i giovani. E infine c'è il Vizoco.