FAZIO: "Vogliamo vincere l'Europa League. La fiducia di Spalletti è importante"

05/01/2017 alle 11:40.
as-roma-v-us-citta-di-palermo-serie-a-59

SKY SPORT - Federico Fazio, difensore centrale della Roma, nella mattinata di oggi è stato ospite negli studi dell'emittente televisiva e ha rilasciato alcune dichiarazioni sulla stagione e sugli obiettivi della squadra giallorossa. Queste le sue parole:

Cosa ti ha colpito del calcio italiano?
Il livello tattico del calcio italiano. Venivo dall'Inghilterra, la Premier è diversa, meno tattica.

Che rapporto hai con l'Italia?
Mio nonno era siciliano di Erice ma è andato in Argentina e non è tornato in Italia. lo ha fatto con mio padre e i suoi figli.

Ti aspettavi di diventare un leader?
E' importante la fiducia del mister. E' molto importante per un calciatore, mi trovo bene con tutti.

Quante Europa League hai vinto?
Tre, delle ultime del Siviglia ne ho vinte due, ma un'altra l'avevo vinta con Ramos allenatore

La Roma può vincerla?
Si, è una bella competizione e vogliamo vincerla.Ci assicura anche un posto sicuro in l'anno prossimo. Dobbiamo giocare col Villarreal, rispettarli perchè sono una buona squadra.

Alla Roma hai ritrovato
Ero arrivato a Siviglia sei mesi prima di lui, abbiamo passato sette anni insieme lì. E' un amico importante dentro e fuori dal campo

Perchè faticate di più in trasferta?
Non contiamo il primo pareggio a Cagliari, ma dopo abbiamo incontrato l'Atalanta che ha giocato bene. Ora abbiamo il domenica, dobbiamo stare attenti. Con la
si puàò vincere e perdere, ma dobbiamo cambiare qualcosa perchè il è una buona squadra. Dobbiamo fare 3 punti.

Cosa hai pensato quando Higuain ha segnato?
L'ho conosciuto in nazionale. Quando ha segnato ho pensato che era un peccato perché la partita era appena iniziata. Ora dobbiamo pensare al e ai tre punti.

Credi allo scudetto?
Sì, abbiamo 38 punti. Domenica dobbiamo vincere per finire il girone d'andata a 41 punti, che sono tanti. Dobbiamo restare vicini alla , vincere e credere in noi.

Al c'è Burdisso, ex romanista
Conosciuto anche lui in nazionale quando ero giovane, lui aveva già molta esperienza. Mi ha aiutato, è una brava persona e un bravo calciatore.

Cosa ti colpisce di ?
Lavora su tanti aspetti insieme al suo staff tecnico. La cosa più importante è la sua voglia di vincere tutte le partite e fare sempre qualcosa in più, riuscendo a trasmetterla alla squadra in ogni allenamento. Vogliamo portare questa sua voglia in campo.

La dirigenza della Roma è all'altezza di un grande club?
I giocatori che erano qua da prima mi hanno detto che c'è stato un cambio importante. Si vede con l'allenatore e in tutte le persone che lavorano per questa società. Noi siamo la faccia che si vede della squadra, andiamo in campo per fare il massimo e vincere anche per la società.

Come ti trovi a Roma?
Mi trovo molto bene per le mie origini italiane, ho sempre trovato punti di contatto con questo Paese. Anche il cibo è molto simile a quello argentino, per questo mi trovo benissimo. Il gelato è il cibo che mi piace di più (ride, ndr).