Conferenza stampa, DI FRANCESCO: "Partita decisiva, in campo con umiltà e forza: non ci accontentiamo" - PEROTTI: "Non diamo per morto l'Atletico" (VIDEO, FOTO E AUDIO)

21/11/2017 alle 18:24.
confrenza-stampa-perotti-atletico-roma-21-11-10

torna a parlare in conferenza stampa. L'allenatore della Roma interviene alla vigilia del confronto di con l'Atletico , in programma domani alle 20.45. risponde alle domande dei cronisti dalla sala stampa del Wanda Metropolitano. Il tecnico sarà affiancato per l'occasione dall'attaccante .

Questo il loro intervento: - ASCOLTA L'AUDIO

Domanda a : come ha ricaricato la squadra dopo il derby? ?
Abbiamo giocato un gran derby. I ragazzi prepareranno la sfida al meglio. Abbiamo vantaggio ma non ci dobbiamo accontentare, non sono carichi, di più. è convocato, quindi è disponibile.

Domanda a : è riproponibile la formula di Gerson nel tridente?
E' una possibilità per domani sera, ha già fatto bene in quel ruolo e può essere riproposto. Ma sulla formazione non dico nulla

Domanda a : cosa c'è dietro il tuo ritorno al gol?
Per fortuna ho ritrovato il gol, magari è qualcosa che è sempre mancato nella mia carriera, mi godo il momento perchè è importante per la squadra. Voglio aiutare la squadra a vincere. Fare gol è molto bello.

Domanda a : che atteggiamento tattico si aspetta dall'Atletico?
Ho visto le ultime partite ed è sempre stato molto aggressivo, lo sarà ancora di più domani. Dovremo essere bravi a rispondere, cercando di stare nella loro metà campo, quando possibile. E' una squadra forte, dobbiamo avere umiltà ma anche la consapevolezza che stiamo crescendo tanto.

Domanda a : nelle scelte di domani terrai in considerazione la gara di Genova, visto che domani non sarà decisiva? Cosa c'è di tuo in questa grande compattezza della squadra?
Per me invece è assolutamente decisiva e determinante, magari per restare in testa. A Genova non ci sto assolutamente pensando, non fa parte del mio modo di vivere le gare. Sceglierò la squadra più adatta. Sul gruppo, mi fa solo piacere che avete visto questi momento, peccato che non mi hanno invitato (ride, ndr). Sono contentissimo che i giocatori si riuniscano, magari bevendo qualche bottiglia in meno...

Domanda a : guardando i precedenti, ci fu la partita con Simeone in un Roma-Lazio 4-1 del 2000. Ma era in campo anche con l'Atletico in Coppa UEFA. Cosa ricorda?
Simeone era un giocatore di carattere e lo è anche da allenatore. Del Vicente Calderon ricordo solo il pubblico, ci sono stati errori arbitrali ma sono state due grandi gare.

Domanda a : c'è stato un cambiamento negli esterni d'attacco, stai lavorando ancora su questi concetti?
Sicuramente, ora il mio gioco è più completo rispetto alla passata stagione. Prima giocavo più aperto, ora provo a prendere palla tra le linee e a puntare i difensori centrali, sono più vicino alla porta e mi rende più facile fare gol o un assist.

 

Domanda a : conosceva bene le difficoltà di Roma, si aspettava di aver conquistato tutti a questo punto? E' in linea con la sua tabella di marcia?
non mi accontento e non ho fatto programmi, mi sono messo a disposizione della squadra. Non devo conquistare l'ambiente, non è il mio obiettivo, prima devo conquistare la squadra: sono loro, con il loro comportamento in campo a trascinare tutti. Per il resto sono sereno e bisogna guardare avanti, non indietro. Roma spesso è una città che ti fa accontentare e io non lo voglio.

Domanda a : chi è stato il tuo maestro sui rigori?
Ho iniziato così dai tempi del Siviglia, non ho guardato alcun modello. Mi sono aiutato tanto e mi sono perfezionato, non mi sono ispirato a nessuno. Ho lavorato a Siviglia con un mio amico, mi ha dato consigli per migliorare ma solo questo.

Domanda a : dall'Italia si vede la qualificazione dell'Atletico come un miracolo o come qualcosa di possibile?
Conosciamo la forza di questa squadra, il suo percorso in , il campionato già vinto, qualcosa di impensabile e non lo diamo per spacciato. Simeone è un grande motivatore, sarà una partita difficile, abbiamo 2 risultati utili su 3 ma per esperienza diretta so quanto è difficile affrontare questa squadra.

Domanda a : che Atletico ti aspetti domani? Come giudichi l'importanza della gara dell'andata?
Come ha già detto il mister, mi aspetto una squadra aggressiva, che deve vincere a tutti i costi. Ha giocatori di qualità forti in contropiede, che segnano molto e un allenatore che sa motivare i giocatori. Forse è vero, il pari dell'Olimpico è stato determinante. L'Atletico ha avuto le occasioni migliori, se Saul avesse segnato in quell'occasione avuta a fine partita le cose sarebbero andate diversamente, per noi e per loro. Va detto che i due pareggi con il Qarabag sono stati inaspettati, forse quelli sono stati davvero determinanti. Sarà una partita dura.

Domanda a : sorprende più l'Atletico ancora a secco di vittorie in o Griezmann che non segna da 8 partite?
Sono cose che succedono, sia alle squadre che ai giocatori. Si passa per momenti difficili, sta succedendo anche a e . E' qualcosa che capita a tutti, anche ai migliori, a maggior ragione ai singoli. Griezmann è tra i migliori attaccanti al mondo, gli auguro di sbloccarsi a partire da dopodomani.

Domanda a : ogni volta che ci incontriamo prende 7 gol, è successo 2 volte con l' ai tempi del (ride, ndr) si aspettava di arrivare a con questa situazione? Obiettivo primo posto?
Non mi aspettavo l'Atletico con solo 3 punti in classifica. All'andata ci è andata bene, ma a Londra potevamo anche vincere. I 7 gol presi con l' fanno parte del percorso di crescita di ogni allenatore. Per me è un record, voglio vedere chi ci riesce 2 volte.

Domanda a : senti di aver vinto la tua sfida con la Roma? Si parla del rinnovo, senti di dire che resterai a lungo?
Mi hanno fatto sentire importante dal primo giorno, è stato determinante e piano piano ho provato a dare il meglio. Mi piacerebbe restare qui per tanto tempo, vorrei che questo coincidesse con la mia rinascita.