Julio Baptista: "Monchi un grande. Possibile che ripeta a Roma il miracolo Siviglia"

07/03/2018 alle 14:11.
julio-baptista_1272706

TMW.COM - Al portale che si occupa delle vicende del calciomercato, ha parlato Julio Baptista che ha salutato il calcio giocato. L'ex calciatore della Roma ha rivelato però che potrebbe continuare la sua carriera nel calcio anche se in un altro ruolo.

Baptista, come vanno le cose? Quando la rivedremo in campo?
"Sto tornando proprio adesso in Spagna. Vi dico la verità, continuo ad allenarmi ma ora come ora non penso di tornare a giocare".

In Spagna non è andata come sperava?
"Esatto. Dopo le esperienze con Cruzeiro e Orlando City, ero rientrato in Spagna proprio per trovarmi una nuova squadra in Europa. Ma non è arrivata la giusta opportunità e, più passa il tempo, più mi convinco a intraprendere un nuovo percorso".

Dentro o fuori dal calcio?
"Naturalmente dentro. Il calcio ormai è diventato la mia vita. Sto pensando di smettere di giocare e dedicarmi ad altre cose, ma sempre in questo mondo".

[...]

Un'altra sua ex squadra, l', domani sarà invece impegnata in Italia contro il Milan.
"Non è mai facile affrontare le squadre italiane. L' domani troverà un avversario ben messo in campo, con una propria filosofia di gioco e grande attenzione tattica. Sarà una gara avvincente ed equilibrata".

 

[...]

Nella "sua" Roma, invece, è arrivato uno che lei conosce benissimo: Monchi.
"Grande direttore. Al Siviglia ha fatto un lavoro straordinario. L'ho conosciuto bene, svolge un'attività di scouting impressionante, comprando giocatori a basso prezzo e poi rivendendoli a suon di milioni (fu proprio Monchi a comprare e poi rivendere Baptista, ndr). Non sarà facile ripetersi a Roma, cambiare non lo è mai, ma questa sfida per Monchi non è certo impossibile".

Chiosa inevitabile sul suo futuro. Pensa che prima o poi la rivedremo al lavoro in Italia?
"Magari un giorno, chissà. Alla Roma ho vissuto due anni e mezzo indimenticabili. In giallorosso ho trovato un ambiente fantastico e quell'avventura resterà sempre nel mio cuore. Ancora è presto però per parlare di futuro in Serie A. Prima devo iniziare un nuovo cammino nel calcio. Ho tanta voglia e sono pronto ad imparare e conoscere qualcosa di nuovo e altrettanto speciale".