Astori: l'autopsia conferma l'arresto cardiaco. De Nicolo: "È morto per bradiaritmia"

06/03/2018 alle 15:49.
soccer-serie-a-fiorentina-roma-6

Effettuata oggi l'autopsia sul corpo di Davide Astori, scomparso nella notte tra sabato e domenica. L'esito conferma la morte per arresto cardiaco senza evidenze macroscopiche. I battiti del suo cuore, come riporta l'emittente satellitare, hanno rallentato all’improvviso fino a che il cuore non si è fermato definitivamente.

Tra 60 giorni verranno effettuati ulteriori approfondimenti con esami istologici, con il Pm Loffredo che ha dato il nulla osta per consegnare la salma alla famiglia.

(sky sport)


LA VITA IN DIRETTA - Ai microfoni della trasmissione in onda sulla tv pubblica, ha parlato Antonio De Nicolo, procuratore capo di Udine, che ha aggiunto dei dettagli dopo l'autopsia effettuata sul corpo di Astori: "In base alle evidenze dell’esame autoptico effettuato in data 6 marzo 2018 sul cadavere di Astori Davide Giacomo, in riferimento alla causa di morte, la si può indicare come causa di morte cardiaca, senza evidenze macroscopiche, verosimilmente su base bradiaritmica, con spiccata congestione poliviscerale ed edema polmonare. Per la diagnosi definitiva, sono necessari approfonditi esami istologici".