Consiglio federale, Abete: "Chiederemo le dimissioni". Tommasi: "Siamo in ritardo di una settimana"

20/11/2017 alle 11:50.
giancarlo-abete

"Chiederò al presidente Tavecchio di fare un passo indietro e di dare le dimissioni con un atto di responsabilità". Lo ha detto Giancarlo Abete, ex presidente Figc e consigliere federale in Lega Pro, nel giorno decisivo per il futuro dell'attuale numero uno di via Allegri. ''La mia posizione è in linea con quella del presidente Gravina (Lega Pro, ndr) - ha detto Abete al suo arrivo nella sede della Figc prima del consiglio federale-. Se tutti i consiglieri avranno la volontà di dimettersi, lo faremo per favorire una riflessione strategica sul futuro del calcio. Se questo non avvenisse, fermo restando che Tavecchio non è l'unico responsabile di questa situazione, gli chiederemo di dare le dimissioni".

"E' un giorno importante e difficile. Il presidente Tavecchio deve prendere la decisione piu' saggia possibile scegliendo lui per primo cosa intende fare". Queste le parole del presidente dell'Associazione italiana arbitri Marcello Nicchi entrando in Figc per il Consiglio federale. "La nostra posizione? La vedremo dentro - ha aggiunto Nicchi - Spero che stamani non ci sia bisogno di votare".

"Dimissioni Tavecchio? Siamo in ritardo di una settimana, magari riusciamo oggi. Mi aspetto una presa di responsabilita' e coscienza: vediamo se qualcuno ha capito durante la settimana". Queste le parole del presidente dell'Associazione italiana calciatori Damiano Tommasi all'ingresso nella sede della Figc per partecipare al Consiglio. L'ex centrocampista ha detto la sua anche sull'ipotesi di un rinvio della decisione in attesa dei vertici di A e B. "Dobbiamo aspettare quelli che da sette mesi non eleggono i propri rappresentanti? Che coerenza", ha concluso Tommasi con un sorriso amaro.