Totti: lanciata nello spazio la maglia numero 10. La risposta dell'ex capitano: "Grazie per questo omaggio...spaziale!" (FOTO e VIDEO)

02/08/2017 alle 11:27.
img_5603-2

La missione è iniziata. La maglia di è stata lanciata nello spazio come testimonia il club giallorosso con foto e video pubblicati sui canali social della società capitolina.

La casacca dell’ex è stata quindi inserita nel vettore Vega, progettato e realizzato in Italia, che è partito dalla Guyana francese intorno alle 4 della mattina del 2 agosto.

E' arrivata anche la risposta di , direttamente dal suo account , al post della società giallorossa: "Occhi al cielo...magari si vede da quaggiù. Grazie alla Roma e ad Avio per questo omaggio "spaziale"".

GUARDA IL VIDEO

 


17.15 - Ha visto le stelle, il tempo di un velocissimo saluto che soltanto in pochi possono permettersi, e poi giù verso l'atmosfera per bruciare in un lampo: la celebre maglia numero 10 di era a bordo di Vega, il lanciatore europeo costruito in Italia dalla Avio, che ha festeggiato il suo lancio numero 10.

L'ex capitano della Roma che lo scorso 28 maggio ha giocato la sua ultima partita e' stato celebrato cosi', con una corsa nello spazio, dai suoi tifosi. L'idea, nata da un passaparola sui social media, era quella di rendere memorabile la celebrita' del capitano della Roma, dandogli un posto fra le stelle. Tra non poche difficolta', alla fine e' riuscita a concretizzarsi: nella base di lancio europea di Kourou, nella Guyana Francese, la sua magia e' stata impacchettata e collocata all'interno del primo dei quattro stadi del lanciatore, quello che da' la spinta iniziale chiamato P80. Anche il motore che contiene e' da primato: e' il piu' grande motore monolitico ottenuto filando un materiale composito, il primo e unico al mondo ottenuto con una tecnica simile.

Lanciato alle 3:58 del mattino, alzandosi rapidamente sopra la foresta equatoriale, il lanciatore ha portato in orbita due satelliti per l'osservazione della Terra racchiusi nell'ogiva.

A un minuto e 57 secondi di un lancio perfetto, il primo stadio si e' separato dal resto del lanciatore, come sempre accade. Il razzo aveva appena raggiunto la quota di 59 chilometri.  Mentre il secondo stadio si accendeva per portare il razzo sempre più in alto, il primo stadio cominciava la sua parabola discendente verso la Terra. La maglia e' precipitata insieme al primo stadio del lanciatore, che ormai aveva consumato tutto il suo propellente solido, per bruciare rapidamente.

(ansa)