Stadio della Roma: approvata la delibera sulla pubblica utilità. Ferrara: "I tempi saranno rispettati" (FOTO e VIDEO)

14/06/2017 alle 11:38.
approvazione

DAL CAMPIDOGLIO EMANUELE ZOTTI - Oggi in Campidoglio si riunisce l'Assemblea Capitolina per votare la delibera sul nuovo che dovrebbe sorgere a . Si tratta della terza seduta consecutiva che dovrebbe portare alla conferma della dichiarazione d'interesse pubblico.

17.32 - Luca Bergamo, vicesindaco di Roma, ha parlato a margine dell’Assemblea Capitolina. Queste le sue parole: "Abbiamo colto l’opportunità per creare dei collegamenti non solo per lo Stadio ma anche per la città".

Ostruzionismo della Regione?
Non vedo ragione per cui la Regione debba fare così. Ha dichiarato spesso di volere il progetto.

17.30 - Questo il commento del capogruppo M5S Paolo Ferrara: "I tempi saranno rispettati"

17.20 - La delibera sulla pubblica utilità è stata approvata

17.10 - E' il momento della Celli: "Qui si parla di una brutta copia del progetto. Avete chiesto ad alcuni consiglieri di non parlare, di chiudere la bocca. Il mio voto è contrario"

17.05 – Parla la Iorio: "Questa delibera riprende proprio tutti i punti che questa Amministrazione si è data, primo ridurre l’impatto ambientale, riduzione del Business Park era una condizioni imprescindibile. Questo Gruppo voterà favorevolmente per uno Stadio fatto bene"

17.00 - Parla Onorato: "Unica soluzione accontentarci di quello che passa in convento, quello che questa Giunta è in grado di fare. Il progetto Stadio è molto bello ma quello che sta attorno era l’occasione per risolvere dei drammi che attanagliano quell’area. Abbiamo un blocco psicologico su cui i metri cubi vengono sviluppati. Mi auguro che i cittadini un giorno possano vedere come era la delibera e come è diventata. Si sta penalizzando la città, il nostro voto è di astensione"

16.30 - Interviene l'assessore all'Urbanistica Luca Montuori: "L’obiettivo principale nella riprogettazione dello a è stato la riduzione delle cubature. Un tema politico, ma anche legato al rispetto della nuova legge impropriamente definita ‘legge sugli stadi’. Nel momento in cui abbiamo deciso di proseguire i lavori sullo stadio abbiamo infatti proceduto ala riduzione delle cubature nel rispetto dell’interesse pubblico dell’intervento e la valorizzazione dell’ambito territoriale. Abbiamo voluto riportare in equilibrio la forzatura evidente di voler realizzare un business park a ridosso di uno stadio, e non delle opere integrative, strettamente necessarie allo stadio dal punto di vista sociale, economico e finanziario. Secondo la legge sugli stadi, le opere pubbliche devono essere realizzate senza alcun costo per i cittadini. Non c’è mai un costo zero per i cittadini, ci sono delle scelte, discutiamone ma senza retorica. Nella delibera Marino si destinavano 195 milioni a opere di interesse pubblico. In quella delibera 35 milioni erano destinati a traffico privato su gomma, e oltre 50 a prolungamento della metro B, al Fosso di Vallerano e altri interventi. Noi invece abbiamo ancorato le opere e la spesa al vero interesse pubblico generale. Su alcune delle cose che sono state dette in questi giorni ci sono state, obiettivamente, delle interpretazioni storte, ma siamo in un agone politico ed è giusto"

16.21 - Queste le parole del Presidente assemblea capitolina Marcello De Vito: "Abbiamo fatto un lavoro importante che migliora la delibera"

15.55 - Arriva il sindaco di Roma Virginia Raggi

14.07- Queste le parole del capogruppo del Movimento 5 Stelle Paolo Ferrara rilasciate all'emittente radiofonica:

La delibera verrà approvata?
Oggi credo che sia una festa per Roma, voteremo questa delibera che manifesta l’interesse pubblico per uno stadio fatto bene per la città e per i tifosi. È un evento epocale. La delibera darà il via alla progettazione definitiva. Al di là dei colori che uno porta nel cuore, è un evento che va comunque supportato.

Nuovo interesse pubblico sul nuovo progetto.
Abbiamo ridefinito i parametri della 132, abbattendo del 50% le cubature. Insieme al proponente abbiamo dato un’impronta vedere al progetto. Ha tutti i requisiti ambientali di sostenibilità energetica, il verde è stato aumentato all’interno de complesso. Ci sono opere necessarie, che rimarranno a beneficio di tutti i cittadini. Il proponente ha investito circa 45 milioni per la Roma-Lido. Faccio un appello, l’assemblea è pubblica, chiunque può venire in Campidoglio a sostenere questa idea utile per la città.

(Radio Radio)

13.15 - E' il momento della pausa. La seduta ripartirà alle 14.15.

13.00"Il potenziamento della Roma Lido è già previsto in delibera e poi lo rafforzeremo con alcuni emendamenti. Quarantacinque milioni saranno dedicati esclusivamente alla Roma Lido e andremo anche a chiarire che deve essere privilegiato l'acquisto di nuovi treni piuttosto che il revamping, operazione che può avere esiti dubbi". Lo ha detto il presidente della commissione Trasporti Enrico Stefano in un video dall'Aula Giulio Cesare postato su , mentre si discute la delibera sullo .

12.00 - Ancora assenti le tre consigliere M5S Gemma Guerrini, Monica Montella e Cristina Grancio, quest'ultima sospesa dal Movimento per aver espresso perplessità in pubblico sullo Stadio. L'Aula è convocata a oltranza fino al voto. Entro domani è atteso il verdetto sulla proposta di vincolo su parte dell'ippodromo che dovrà prendere la commissione regionale composta dai soprintendenti del Lazio. Sulla decisione peserà il parere del soprintendente Francesco Prosperetti secondo cui la proposta di vincolo, attivato dal precedente sovrintende Margherita Eichberg, è impraticabile.

11.30 - Aperta la seduta, ci sono 41 emendamenti da votare. Intorno alle 17 è previsto quello relativo allo . In aula è presente l'assessore Montuori, assente invece per il momento la Raggi.