Elezioni Figc: nulla di fatto dopo il quarto scrutinio, sarà commissariamento. Presenti anche Gandini e Baldissoni (FOTO e VIDEO)

29/01/2018 alle 18:05.
baldissoni-al-telefono-hilton-elezioni-figc

DA FIUMICINO EMANUELE ZOTTI - All'Hotel Hilton alle porte di Roma si tengono questo pomeriggio le elezioni per la presidenza della Figc, poltrona vacante dopo le dimissioni di Tavecchio a seguito della sciagurata mancata qualificazione ai prossimi Mondiali. In corsa per la poltrona della federazione ci sono Tommasi, Gravina e Sibilia.

LIVE

19.56 - È stata convocata per giovedì alle 15 la riunione della Giunta esecutiva del Coni che dovrebbe sancire l'arrivo del commissario in Federcalcio.

(ansa)

19.39 - Come riferisce l'emittente satellitare, tra mercoledì e giovedì dovrebbe riunirsi la giunta straordinaria del Coni, dalla quale arriverà l'indicazione sul commissario della Figc. Molto probabilmente sarà lo stesso Giovanni Malagò a prendere l'incarico di commissario. L'alternativa è Roberto Fabbricini, segretario generale del Comitato Olimpico.

(sky sport)

19.10 - Dopo l'esito del ballottaggio, Gabriele Gravina, ha rilasciato alcune dichiarazioni. Queste le sue parole:

«Non stiamo a parlare di proposte di accordo, che definisco volgare: non potevo accettare la presidenza, a dispetto di un progetto, di una squadra, di un pacchetto di voti che va oltre la Lega Pro. Non è la sconfitta del calcio italiano, ma la certificazione della sconfitta di una classe dirigente».

19.00 -  Anche il quarto turno di voto dell’assemblea elettiva della Federcalcio è stato nullo e si aprono le porte al commissariamento del Coni. Questi i risultati del ballottaggio Sibilia-Gravina:

Sibilia: 9.33 voti, 1.85%

Gravina: 196.83, 39.06%

Schede bianche: 297.80, 59.09%

18.55 - «Per il nostro percorso abbiamo deciso di non esprimere il nostro voto: certamente è una sconfitta e sicuramente ci sarà il commissario. Ma è giusto che qualcuno di esterno ci metta mano». Così Damiano Tommasi, mentre è in corso il ballottaggio per l'elezione del presidente della Figc. «Forse non è un caso che siamo fuori dal mondiale - ha aggiunto Tommasi - Avevamo bisogno di un cambiamento e ritenevamo che nessuno dei due candidati lo rappresentasse sul serio».

(ansa)

18.10 - Cosimo Sibilia sale sul palco per rilasciare una dichiarazione. Queste le sue parole:

"Dopo aver in tutti i modi cercato di raggiungere un accordo che potesse avere una convergenza, devo dire che purtroppo non ci sono le condizioni per poter procedere. Quindichiedo ai delegati della lega nazionale dei dilettanti di votare scheda bianca". Sibilia ha poi aggiunto: "Abbiamo fatto tutti i tentativi per fare un accordo per avere una larga condivisione, era un accordo con Gravina presidente. Evidentemente all'interno hanno avuto problemi, ma questo sta a significare quanto noi siamo stati responsabili"

18.00 -  Alle 18.15 inizieranno le votazioni del ballottaggio per eleggere il nuovo presidente della Figc. Lo ha annunciato Pasquale De Lise durante l’Assemblea Elettiva della Federcalcio. Sono in corsa il presidente della Lnd, Cosimo Sibilia, che però a breve rilascierà una dichiarazione, e il presidente della Lega Pro, Gabriele Gravina.

(ansa)

17.03 - Si è appena conclusa la terza  votazione dell'Assemblea elettiva Figc. Questi gli esiti: Sibilia 39,42% Gravina 28,36% Tommasi 20,79% Schede bianche 1,44%.

16.10 - Si è appena conclusa la seconda votazione dell'Assemblea elettiva Figc. Questi gli esiti: Sibilia 206,80, 40,41 % Gravina 185,74, 36,29% Tommasi 113,69, 22,23% 1,07 % di schede bianche. Nessun eletto

15.27 - Damiano Tommasi ha deciso di non ritirare la propria candidatura alla presidenza della Figc, nonostante l'esito del primo scrutinio

15.07 - Secondo quanto riporta Alessandro Alciato, giornalista di Sky Sport. Claudio Lotito, subito dopo la prima votazione, avrebbe organizzato delle riunioni improvvisate nei bagni dell'Hilton: colloqui con Nicchi, Gravina, Fassone e Balata.

15.05 -  Iniziata la seconda votazione. Quorum fissato al 66%

14.58 - L'esito della prima votazione: Sibilia 39,37 %, Gravina 37,06 %, Tommasi 22,34 %, schede bianche 1,22%. Ancora non raggiunto il quorum. Nella prima tornata bisognava raggiungere il 75 % dei voti spettanti ai delegati presenti.

14.56 - Chiuso lo scrutinio. A breve l'esito della prima votazione

13.54 - Al via il primo scrutinio, che dovrebbe durare circa 45 minuti. Accreditati delegati per un totale di 511 voti su 516.

13.44 - Parla anche Filippo Gliozzi, delegato assembleare della Lega Nazionale Dilettanti: "Rispetteremo il mandato, voglio confermare che indicheremo Cosimo Sibilia come presidente della Figc".

13.33 - L'ultimo candidato a parlare è Cosimo Sibilia, presidente della Lega Nazionale Dilettanti: "Ritengo di non dover affrontare analiticamente il programma. Sono due settimane che ne parliamo. Voglio ricordare che io giusto un anno fa sono stato eletto presidente della Lega Nazionale Dilettanti. Io in consiglio federale ci sono da un anno, a questo tavolo sono il più nuovo in assoluto. Mi ha infastidito molto essere contrapposto ai riformatori. Io ho chiesto il voto a un dirigente, come l'ho chiesto ad altri, di qualità, che ha un carattere particolare. L'ho chiesto io, come l'hanno chiesto i miei competitor alla Lega Dilettanti. Le telefonate che ho fatto le hanno fatte anche loro. Poi leggo di dichiarazioni di agenzie, secondo cui le componenti tecniche avrebbero dovuto distrarsi per una riforma. Mi sarò distratto, ma arbitri e allenatori hanno dato assieme a me il sostegno a Tavecchio. O mi sono distratto? Quando si danno patenti di riformatori bisogna stare attenti. E lei, caro Ulivieri, non può dare patenti di coerenza. Ho aderito all'invito di una lega essenziale, quella di A. Sono stato audito da una commissione, sono andato lì prima dell'assemblea di Lega D e ho detto che vorrei che ricomponesse il connubio naturale tra Lega Dilettanti e calcio di vertice. Ho avuto una promessa, che entro qualche ora avrei avuto un nome su cui, con il parere della Lega D, avremmo potuto far convergere i voti. Non è colpa mia se questa grandissima componente, la Lega di A, sta vivendo un momento difficile. Non ho ambizioni personali. Non ci venite a parlare di pesi elettorali, è qualcosa che deve essere valutato all'interno del calcio professionistico".

13.22 - Dopo Gravina è il turno di Damiano Tommasi, presidente dell'Associazione Italiana Calciatori: "Questa sala sembra chiusa ma e' molto aperta, abbiamo addosso gli occhi di milioni di tifosi e un dovere nei loro confronti: dobbiamo essere responsabili, dobbiamo far vedere che c'e' voglia di cambiare e dare una scossa. E la scossa la danno le persone: noi siamo pronti a prenderci il rischio di impresa. Si vince e si perde, ma si riparte insieme e si costruisce insieme. Per due mesi, dopo Italia-Svezia, ho sentito la stessa domanda: quanti voti hai? Ma la domanda deve essere un'altra, perche' la mancata qualificazione e' storica e ci ha detto che serve una risposta storica: quanti voti ha il cambiamento?"

13.02 - Il primo candidato a parlare è Gabriele Gravina, presidente della Lega Pro: "Mi presento con il cuore e l'entusiasmo di chi vuole mettersi a disposizione della mia seconda famiglia, quella federale. Il nostro calcio non lo puoi rinnegare, né oltraggiare, lo devi solo onorare. Caro Cosimo (Sibilia, ndr), hai detto che faccio parte da 30 anni di questo carrozzone. Sì, lo confesso: da 30 anni sono al servizio del nostro calcio. Da imprenditore che ha investito in un miracolo sportivo, da dirigente di lega convinto fautore delle innovazioni del laboratorio che si chiama Serie C, da dirigente federale senza cedere a sotterfugi e spartizioni. In un Paese in cui speriamo che prevalga il merito, 30 anni di esperienza non sono un limite, ma un requisito necessario. Quello che per qualcuno è esercizio di potere per me è un servizio. L'assemblea è il momento più alto in cui riunirsi. Ho voluto puntare su due asset fondamentale: patrimonio giovanile e infrastrutturale. Per favorire quello che io chiamo laboratorio Italia. Abbiamo alcune idee, su queste avrei voluto confrontarmi, far sì che ci fosse una apertura completa, totale, anche di confronto, di contrapposizione. All'interno della mia piattaforma programmatica non troverete tabù, sbarramenti. È a vostra disposizione, ci siamo attardati purtroppo a parlare solo di convergenze, voti ed equilibri".

12.30"Da subito voteremo Gabriele Gravina perche' nel nostro pensiero c'e' la volonta' di arrivare a governare questa crisi insieme". Dal palco dell'Hotel Hilton Rome Airport di Fiumicino il presidente dell'Assoallenatori Renzo Ulivieri ha ribadito quanto detto questa mattina, annunciando il suo voto per Gabriele Gravina nell'assemblea elettiva della Federcalcio. "Avevamo la possibilita' di votare Tommasi, ma in queste ore abbiamo avuto la certezza delle intenzioni della Lega di A e della Lega di B: la nostra categoria questa volta non puo' permettersi un Albertini-bis - ha sottolineato Ulivieri - Da Sibilia invece non ho ricevute parole per la mia categoria e credo non sia stata una dimenticanza. Probabilmente il suo giudizio e' cambiato rispetto a nove mesi fa".

12.20 - Anche Mauro raggiunge l'hotel Hilton dove si svolgeranno le elezioni Figc.

11.55 - L'assemblea elettiva della Federcalcio ha salutato con una standing ovation e calorosi applausi il discorso del presidente dimissionario Carlo Tavecchio. "Non buttiamo tutto a mare, ripartiamo dalle basi solide che abbiamo creato - ha sottolineato Tavecchio dal palco dell'Hotel Hilton Rome Airport di Fiumicino - Il cambiamento e' gia' in atto, affido a chi verra' dopo di me una federazione vivace nonostante i continui tagli del Coni. Sara' la storia a dire se abbiamo fatto bene".

10.45 - Arrivato Gandini. Atteso anche .