Così i Sensi schiacciarono la Lazio

09/11/2010 alle 04:21.

IL ROMANISTA (M. IZZI) - Il 9 novembre 1993, esattamente diciassette anni fa, con l’uscita di scena di Pietro Mezzaroma, Franco Sensi rilevava la presidenza dell’AS Roma dopo la fase di transizione di Ciro Di Martino. A pochi giorni dal trionfale derby deciso da Borriello e Vucinic, si tratta di un sin troppo comodo assist per un punto della situazione sul confronto con i bianco-celesti durante la gestione Sensi. Per quello che riguarda il bilancio numerico in tanti, primo tra tutti il nostro Franco Bovaio, possono tracciarlo.

 

Al 26 febbraio 2006, ultima stracittadina pre calciopoli, si sono aggiunti al computo altri 7 derby, con 4 pareggi,

2 vittorie e 1 sconfitta. Si fotografa un bilancio sostanzialmente in pareggio, con 26 derby che vedono 11 pareggi, 8 vittorie della Roma e 7 della Lazio. Quale sarebbe stato il “record” di Sensi con una Lazio che non

avesse potuto investire sul mercato quello che non avrebbe dovuto per la salute dei suoi bilanci, non lo sapremo mai. Con un handicap mostruoso, su cui ciascuno è libero di trarre le proprie conclusioni, il presidente del terzo scudetto è riuscito comunque a spuntarla. Il trend si è confermato negli anni successivi, quando, di fatto, è stata Rosella Sensi a prendere sempre di più il timone del club, con una striscia che parla di 9 derby, con 5 vittorie, 1 pareggio e 3 sconfitte.

 

Lo stesso raffronto risulta ancora più interessante se ci si sofferma a considerare i piazzamenti finali. Dalla

stagione 1992/93 a quella 2002/03, la Lazio in 8 occasioni su 11 è riuscita a sopravanzare la Roma. Nelle 7

stagioni successive al default Cirio, al piano Baraldi e alle varie vicissitudini legate al risanamento societario

della Lazio, l’impresa non è più riuscita al club di Formello (e questa stagione, come si è visto, non è ancora

finita). Anche qui, liberi di fare le considerazioni che credete. Per quello che ci riguarda ci sembra giusto concludere che neanche nella radiosa epopea testaccina la Roma aveva denunciato una superiorità così straripante nei riguardi della Lazio.