ZAMPARINI a LAROMA24.IT: "Caso Panucci? Al Palermo non sarebbe successo"

27/01/2009 alle 16:41.

Contattato da LAROMA24.IT, il presidente del Palermo, Maurizio Zamparini, si sofferma sulla partita di domani, che vedrà opposti i rosanero alla Roma, e più in generale sul momento delle due squadre. Da quando c'è mister Ballardini, il Palermo ha un altro piglio. Domani c'è un banco di prova importante: che match si aspetta? Potrebbe bastare anche un pari alla sua squadra?

Da quando c'è mister Ballardini, il Palermo ha un altro piglio. Domani c'è un banco di prova importante: che match si aspetta? Potrebbe bastare anche un pari alla sua squadra?

"Noi come ovvio ci giochiamo le nostre carte, anche se sappiamo che la Roma è una grande squadra. Poi se alla fine verrà un pareggio, non lo disprezzeremo di certo."

Alla Roma è scoppiato il caso Panucci: Zamparini come si sarebbe comportato? Ha fatto bene la società a rimanere ferma nelle proprie posizioni?

"Io privilegio sempre lo spogliatoio e il suo equilibrio. Per questo motivo, certe cose nel Palermo non sono accadute e non accadono. Il gruppo è più importante di qualsiasi singolo, anche se questo risolve da solo le partite."

Siete molto attivi sul mercato: la ciliegina sulla torta sarà Nilmar?

"Attivi sui giornali, ma in realtà per gennaio non ci stiamo muovendo. Ogni discorso, anche quello relativo a Nilmar, è relativo al mercato di giugno."

Alla fine anche Alberto Fontana rimarrà fino a giugno?

"Il giocatore si allena con la squadra, ma è fuori rosa. Se troverà una squadra sarà libero di accasarsi altrove. Ma per ora non abbiamo ricevuto alcuna proposta."

Per concludere, che giocatorebbe toglierebbe alla Roma e inserirebbe nel Palermo?

"Noi stiamo bene così, ma di certo il centrocampo della Roma è costituito da giocatori di primissima fascia, che danno forza a tutta la squadra"