SEMAFORO ROMA - VERDE: Totti, Marquinho, Florenzi e Tachtsidis - GIALLO: La tenuta psicofisica - ROSSO: Gli sbandamenti in difesa

17/03/2013 alle 19:06.

Nuovo appuntamento con 3 colori, 1 semaforo, miniguida alla stagione giallorossa che per ogni partita del campionato analizzerà pregi e difetti che si sono manifestati prima, durante e dopo le imprese dei giallorossi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

















VERDE:

- centravanti di manovra é in realtá un regista offensivo sublime. Delle due punizioni calciate sotto la curva nord segna quella meno bella, ma a quota 226 (sopravanzato anche Nordahl) si puó anche festeggiare reti non stupende. Soprattutto se arriva nel momento più delicato per i giallorossi.

- Marquinho a sinistra è una spina nel fianco del Parma soprattutto nel primo tempo e, anche se cala alla distanza, la sua prestazione è da promuovere.

- : quantità e qualità. E sta imparando anche a dosare le energie.

- Si divide i compiti di regia con e
Panagiotis Tachtsidis non merita qualche fischio piovuto dagli spalti quando cede comprensibilmente col passar dei minuti.







 









 





GIALLO:

- Benissimo nel primo tempo, da rivedere nella ripresa. La Roma che vince 4 delle ultime 5 gare giocate costruisce molto di più in fase difensiva ma deve lavorare a una tenuta psicofisica migliore.





 











 

 

ROSSO:

- Lo sbandamento difensivo a metá ripresa poteva costare carissimo con tre occasioni lasciate agli uomini di Donadoni per riaprire una partita che poteva-doveva esser chiusa prima.