SEMAFORO ROMA - VERDE: Francesco Totti, Romagnoli, Stekelenburg, Torosidis - GIALLO: Lamela - ROSSO: Osvaldo

03/03/2013 alle 18:01.

Nuovo appuntamento con 3 colori, 1 semaforo, miniguida alla stagione giallorossa che per ogni partita del campionato analizzerà pregi e difetti che si sono manifestati prima, durante e dopo le imprese dei giallorossi. Il tutto ispirato all'articolo 41 del Codice della Strada, o più semplicemente al semaforo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

















VERDE:



- Doveva essere la sua serata e lo è stata. tradisce raramente: con un gol e due assist guida la Roma al terzo successo di fila, aggancia Nordahl a quota 225 nel tripudio dell'Olimpico in attesa di un sorpasso che, con questi ritmi, non tarderà ancora molto. Per il momento, chapeau.

- bagna il suo esordio in campionato dal primo minuto con una zuccata decisiva ma, soprattutto, con una prestazione di grande maturità ed efficacia.


- Se crea, Stekelenburg in gran spolvero, conserva. L'olandese é tornato un protagonista assoluto tra i pali. E i romanisti di buona volontá non possono che rallegrarsene.


- Vasilis : né Dani Alves né Gareth Bale. Ma la Roma ha acquistato un terzino che sa crossare.






 









 





GIALLO:

- Lamela tra guizzi e pause. Da un suo assolo nasce il corner del 2-1, ma sono ancora troppi gli errori di lettura del contropiede.





 











 

 

ROSSO:

- Dopo la gara col Milan del 22 dicembre scorso Osvaldo ha perso contatto con il mondo Roma. Su di lui piovono fischi e dubbi che non riesce proprio a scrollarsi di dosso. Esce dal campo deluso, comunque non più deluso di chi era allo stadio e lo ha visto giocare.