SHAKHTAR-ROMA: le pagelle. UNDER "Trucco turco" 7 - ALISSON "Preghiamo" 7

21/02/2018 alle 23:27.
de-rossi-under-esultanza

LAROMA24.IT (Mirko Bussi) - Tra due squadre che attaccano, vince quella che difende meno. La teoria viene confermata da Shakhtar-Roma con i giallorossi che attaccano di più, e quindi difendono di meno, per 45' che infatti chiudono in vantaggio. Poi lasciano negli spogliatoi i propositi offensivi e fin dove arriva la partita rimane in equilibrio, poi i padroni di casa la rivoltano sul 2-1.

7 - Il Santo va pregato anche oggi: vola celestiale a togliere gusto a Taison e per un po' sta lì sulla porta a respingere gli assalti ostili. Colpe sulla punizione? Sì, quella di non aver smontato la porta in tempo.

4,5 - Entra con residui di mal di pancia, esce con disturbi ben peggiori. Pronto soccorso. DAL 72' 6,5 - C'è tutto il segreto del calcio nella storia del fu Bruno che torna in vita mettendo un piede, da seduto, tra una sconfitta e una semi-esecuzione. Bruno Piede.

5,5 - Di guardia dal lato dove s'intrufolano più facilmente. E proprio lì deve vedersela in un duello definitivo con Ferreyra nel quale concederà l'interno per l'1-1.

6 - L'istinto di sopravvivenza lo porta a trovare ogni modo per evitare duelli 1 contro 1 con gli avanti dello Shakhtar, tutti capaci di fargli rimpiangere la serata.

KOLAROV 5,5 - Le sovrapposizioni del primo tempo si fanno notare più per il campo lasciato scoperto alle spalle che per i danni procurati nell'area avversaria. Poi nella ripresa deve legarsi a per non cadere in disgrazia. Nel mezzo, però, scova il pallone che sarà, due passaggi dopo, lo 0-1.

5,5 - A forza di girargli intorno, le api che ronzano nell'attacco dello Shakhtar gli depositano il pungiglione che gli fa perdere l'orientamento in fase d'impostazione.

5,5 - Potrebbe schiacciarli quelli dello Shakhtar. Il problema è che nel tempo che passa dalla decisione all'azione quelli si sono già posati altrove.

UNDER 7 - Il trucco turco. Dal cilindro monocromatico del romanista ogni tanto esce il coniglio col 17 che sparge imprevedibilità nell'aria. Buona parte dello show della Roma, al momento, è tra i suoi piedi. DAL 72' GERSON 5,5 - Ingresso da terzino avanzato con due tiri parabili anche senza l'utilizzo delle braccia.

5 - Disperso in un ruolo che chiedeva tutt'altra interpretazione rispetto a quella che più gli calza, di incursore. Fuori tema. DAL 83' DEFREL SV - Nel momento peggiore.

6 - Qualche rientro da sinistra svela tutti i difetti difensivi dello Shakhtar ma alcune volte si lascia sedurre dalla sua stessa fragranza.

6 - Centravanti insufficiente, per l'eccessiva educazione che mostra anche stasera. Rifinitore gradevole, però, perché trovare uno libero da impegni che pensa e realizza l'assist dello 0-1 può rischiarvi di far consumare tutta la dote di navigazione disponibile.

DI FRANCESCO 5,5 - La doppia faccia della Roma traccia a sufficienza la lunghezza del percorso che ancora l'attende nell'erigere una mentalità guida alla squadra. Il cambio di Under, l'unico che al momento può rimescolare le carte nell'attacco romanista, fatica a trovare valide risposte.