CARINA: "La società ha fatto autocritica: Monchi non soddisfatto del lavoro fatto finora" - PIACENTINI: "Cambio modulo? Ci sono momenti in cui cambiare è la scelta giusta"

03/02/2018 alle 18:00.
massimo-ascolto-new

Alla ricerca di 3 punti per il riscatto. La Roma va a Verona per mettere fine alla striscia negativa e conquistare la prima vittoria del 2018. Non con molti auspici positivi alla vigilia della trasferta del Bentegodi. "Sembra un'altra stagione rispetto a mesi fa. Il problema di questa Roma è la testa, è una squadra che vive di fiammate", il pensiero di Alessandro Austini. "Non darei per scontata la vittoria a Verona", ribatte Furio Focolari.

Per domani si parla di un possibile cambio di modulo e il passaggio al . "Siamo vicini alla svolta del cambio di modulo: ci sono momenti in cui cambiare è anche la cosa giusta", sostiene Gianluca Piacentini.

_____

Questo e tanto altro in "Massimo Ascolto", rubrica de LAROMA24.IT, curata dalla redazione. Una passeggiata tra i più importanti programmi radiofonici della Capitale. Buona lettura.

_____

  • L'anno in cui la Roma è stata più competitiva è stato l'anno scorso. Adesso la Roma sta facendo come il gambero: il distacco con la testa della classifica è da vergognarsi (ILARIO DI GIOVAMBATTISTARadio Radio, 104.5, Radio Radio Lo Sport)
  • Dopo il confronto con la dirigenza, dopo tanto tempo ho più chiare le dinamiche all'interno della Roma: la dirigenza ha ammesso alcuni errori commessi e Monchi non è per niente soddisfatto del lavoro finora compiuto, ha fatto molta autocritica. Il modus operandi scelto dalla dirigenza, ci hanno spiegato, è per tenere alta la competitività. Mi sembra tutto nelle mani del direttore sportivo: è una strategia rischiosa e non puoi permetterti di sbagliare. Quello che vedo è che manca l'empatia con la piazza (STEFANO CARINARadio Radio, 104.5, Radio Radio Lo Sport)
  • Se si mette ad andare dietro ai giudizi sui social non ne esce vivo, deve concentrarsi più su quello che deve controllare. Siamo vicini alla svolta del cambio di modulo: ci sono momenti in cui cambiare è anche la cosa giusta (GIANLUCA PIACENTINITele Radio Stereo, 92.7)
  • Monchi ha ammesso di aver sbagliato solo l'acquisto di Moreno. Secondo la dirigenza, invece, Schick e Defrel non sono scelte sbagliate, ma che possono dare frutti con il tempo. Hanno detto che non possono fare miracoli, ma lavorare per mantenere equilibrio (GIANLUCA LENGUARadio Radio, 104.5, Radio Radio Lo Sport)
  • C'è una legge dello sport da rispettare: raggiungere il risultato sportivo adesso. I dati sono due, ossia il bilancio negativo e i risultati che non sono arrivati. Questo vuol dire che si sta sbagliando tutto (ROBERTO RENGA, Radio Radio, 104.5, Radio Radio Lo Sport)
  • Il vero problema è che in assenza di vittorie e trofei diventa tutto più complicato. Da un mese e mezzo la competitività non c'è più e a questo si è aggiunta una strategia di mercato che definire confusa è un eufemismo (XAVIER JACOBELLIRadio Radio, 104.5, Radio Radio Lo Sport)

  • Stando agli ultimi risultati ottenuti in campionato, non sarei così sicuro che la Roma vince a Verona: è vero che c’è una netta differenza tra le due squadre, ma considerando il momento dei giallorossi non darei per scontati i tre punti (FURIO FOCOLARIRadio Radio, 104.5, Radio Radio Mattino Sport e News)
  • Rispetto a mesi fa sembra un'altra stagione. Vedere nello stesso anno Roma-Chelsea e Roma-Samp è qualcosa di incredibile. Una partita come quella con i Blues non te la puoi inventare. Il vero problema di questa Roma è la testa, si vive di fiammate di un quarto d'ora. Vediamo due squadre diverse nella stessa partita, una cosa da diventar pazzi. Il ? l'idea di è dare una scossa (ALESSANDRO AUSTINI, Tele Radio Stereo, 92.7)
  • La Roma nelle prossime cinque partite contro Verona, Benevento, Udinese, Milan e può ottenere 11 punti. Sarebbe fondamentale uscire da questa serie di partite senza sconfitte (FRANCO MELLIRadio Radio, 104.5, Radio Radio Mattino Sport e News)
  • Non più tardi di qualche settimana fa, ci aveva fatto capire che vedeva poco o niente il . Questa confusione, questo dubbio, questo non sapere bene a metà stagione come far giocare la squadra un po' mi lascia perplesso. Tant'è vero che non sono convintissimo che poi lo farà (PIERO TORRI, Tele Radio Stereo, 92.7)
  • Se la Roma non arrivasse in sarebbe un serio problema: i giallorossi hanno un monte ingaggi importante da sostenere con gli introiti che derivano dalla qualificazione. In estate una cessione probabilmente ci sarà ma tutto dipenderà dalla qualificazione alla (GIANLUCA LENGUARadio Radio, 104.5, Radio Radio Mattino Sport e News)
  • Su c’è stata molta confusione, si è parlato di un’offerta dei cinesi che però a Trigoria non è mai arrivata. La questione è stata tamponata ma il giocatore non è più lo stesso e non riesce a ritrovare i suoi livelli di rendimento anche perché a volte è sceso in campo con qualche piccolo infortunio. Ora che il mercato è finito credo che tornerà ad essere un giocatore importante per la Roma (GUIDO D’UBALDORadio Radio, 104.5, Radio Radio Mattino Sport e News)