Quelli che hanno portato il calcio (e Pepe) a Roma (AUDIO)

03/05/2011 alle 08:14.

LAROMA24.IT (Tiziano Riccardi) - La Juventus espugna l'Olimpico - 1-0, gol di Pepe - nel posticipo della trentacinquesima giornata. Una sconfitta pesante per la formazione di Reja, una serata da dimenticare per Guidone De Angelis. All'inizio se la prende con Paolo Tagliavento, il quarto

Quando, poi, Floccari viene toccato da Chiellini, e il rigore ci può stare, l'invettiva non conosce confini: "Noooooooooooooooooooooooooooooooooooooo. Non è possibile! Non è possibile.. Andiamocene! Mollamo tutto ragazzi.. andiamocene! Io non ho parole! Ma come? Non è rigore? Chiellini lo tocca e questo non fischia? E perché i giocatori della Lazio non protestano? Ragazzi, che vergogna. Che vergogna. Che vergogna. Che vergogna. Che vergogna. Che vergogna. Che vergogna (non è un'esagerazione, l'espressione viene reiterata più volte, ndr). Ma vi rendete conto a che stiamo assistendo?". A Lazio-, pare, o no? Ledesma fa fallo su Felipe Melo: espulso. "Ecco, non vedeva l'ora di cacciarlo...".

Arriva il gol di Pepe: "Non è possibile... Caro Mazzoleni, hai sistemato la pratica. Caro Reja, non hai sistemato nulla". Il mare tracima: "Vorrei entrare in campo pure io, Mazzoleni. Hai provocato abbastanza stasera. E' tutto scritto. Il calcio italiano è all'ultimo stadio. Che vergogna. E mo' daje pure un rigore, no?". No, perché gioca la , non la Roma.