Conceiçao punge Totti

12/02/2019 alle 08:55.
coinceicao-pepe-conferenza

IL TEMPO (E. MENGHI) - Un «laziale» in panchina e un difensore con tre in bacheca per fermare e compagni. Il Porto si è presentato ieri all'Olimpico per i rituali della conferenza stampa e dell'allenamento della vigilia con Conceiçao e Pepe in primalinea: «Qui ho vinto sei titoli in due anni e forse è per questo che non sto simpatico a (che definì il sorteggio fortunato, ndc), ma - dice l'allenatore riferendosi al suo curriculum in biancoceleste tra il '98 e il 2000 - indipendentemente dal mio passato alla Lazio siamo venuti a giocarcela perché vogliamo arrivare all’obiettivo. Cercheremo di fare più gol possibili. Dobbiamo essere esigenti, coraggiosi, forti e consistenti come squadra. Siamo contenti di incontrare la Roma e anche la Roma sarà contenta di incontrarci. Noi siamo pronti». Non ci saranno l'infortunato Marega e lo squalificato Coronanon capisco questa punizione», sottolinea Conceicao), davanti con Tiquinho e Brahimi toccherà a uno tra Otavio (favorito) e Fernando Andrade. Pepe porterà tutta la sua esperienza in difesa: «Dovremo essere umili e sacrificarci. Loro sono forti come collettivo, ma noi sappiamo cosa
dobbiamo fare per sorprenderli e faremo di tutto per portare a casa la vittoria». In 4 precedenti non hanno mai perso (2 successi e 2 pareggi), l'ultimo ai preliminari di brucia ancora dalle parti di Trigoria. In più sono imbattuti da 25 partite, anche se sono reduci da due segni X consecutivi nel campionato portoghese.