Infaticabile Dzeko: dal Chievo al Real. Adesso serve lui

16/09/2018 alle 08:43.
trigoria-sessione-di-allenamento-dellas-roma-109

finisce di parlare, la prima sensazione che si ha è che il tempo, nel calcio, sia una variabile imprevedibile. Due concetti infatti galleggiano su tutti. Il primo: «Contro il Chievo ci sarà e non Schick dall’inizio». [..]. Morale: s a 32 anni l’imprescindibile resta sempre lui, Edin il bosniaco, nonostante abbia giocato (e segnato) anche in Nazionale. [..] Per chi non può farne a meno, anche la scaramanzia «gioca» a suo favore, visto che l’attaccante ha nel Chievo la squadra a cui ha segnato di più, 4 reti, lo stesso bottino realizzato contro e Sampdoria. Motivo in più perché oggi possa fare ancora una volta la differenza magari prendendo sotto la propria ala protettiva un ragazzo come Zaniolo. D’altronde, il super-lavoro non lo spaventa, perché dopo il doppio impegno con la Bosnia e oggi il Chievo, fra tre giorni lo aspetta il Santiago Bernabeu.

(gasport)