I cinque capataz e quell’abbraccio lungo e silenzioso

06/03/2018 alle 08:36.
ssc-napoli-v-as-roma-serie-a-60

L’euforia di , zittita dalla notizia di Udine, la morte nel sonno di Davide Astori, la morte degli angeli dicono, la più brutale e nichilistica dico io, aveva riacceso il quesito: chi è davvero la Roma di Eusebio? [..] L’immagine in cui il claudicante si aggiunge ad , Kolarov, e , cinque capataz dello spogliatoio, e fanno cerchio in un lungo e silenzioso abbraccio, in cui dirsi nulla perché tutto era stato già detto in campo. L’idiozia mai abbastanza agonica di mettere l’allenatore al centro del villaggio, c’impedisce di cogliere elementari verità: che partite come quella di le vincono i giocatori, le parate di , le imprese di  [..]

[G. Dotto - Corsera]