Alisson terzo portiere in Europa per rendimento: Perotti gli chiede i guanti, la Spagna lo osserva

08/02/2018 alle 07:56.
fbl-eur-c1-roma-atletico-13

LA REPUBBLICA (F. FERRAZZA) - Con una certa apprensione i romanisti si godono il talento che si muove tra i pali giallorossi, preoccupati che troppi in Europa si stiano accorgendo di lui (vedi  e ). È  la vera certezza di una squadra che troppo spesso si perde, è il brasiliano ad essere fino a questo momento il migliore in assoluto, staccato, e di parecchio, dal resto dei compagni di squadra. Gli tiene testa Kolarov, per rendimento, ma nei pensieri e nelle valutazioni, dentro Trigoria si mette prima il , e poi tutti gli altri. E  conferma tanta attenzione scalando classifiche di rendimento e di gradimento, partita dopo partita. Una classifica speciale emersa dal sito di statistiche “WhoScored”, posiziona il ragazzo al terzo posto, con l’81,1% di parate effettuate positivamente nell’attuale stagione. Prima di lui Oblak, dell’Atletico ( 91,5%) e Ter Stegen, del ( 84,9%). La  lo chiama e appena può gli dedica un coro, mentre il compagno di squadra, , gli ha chiesto i guanti per regalarli al figlio, innamorato del calcio e del brasiliano. Ed è proprio , in un’intervista rilasciata qualche giorno fa ai media argentini, ad ammettere: «Abbiamo perso troppi punti per strada e lucidità, magari sbagliando partite che lo scorso anno non avremmo fallito. Abbiamo comunque ancora la possibilità di recuperare» . Domenica, contro il Benevento, dovrebbe tornare titolare dopo un periodo in cui ha avuto parecchi problemi fisici. Con una convinzione: «Ci è dispiaciuto molto per la partenza di , è un giocatore difficile da trovare, perché faceva molti gol e correva anche molto. Cerchiamo di non fare sentire la sua mancanza».