Radja, a Capodanno alcol e bestemmie

02/01/2018 alle 07:35.
as-roma-v-ss-lazio-serie-a-49

LA REPUBBLICA (F. FERRAZZA) - Se nell’immaginario dei tifosi Toninho Cerezo il Capodanno lo passava dormendo perché era «un serio professionista » poco spazio alla fantasia hanno regalato le dirette di la notte del 31. Vari video pubblicati dal centrocampista dalla festa di fine anno nella sua villa di Casal Palocco, hanno fatto discutere i tifosi e arrabbiare società e allenatore. Ripetuti brindisi, sigarette fumate, bestemmie in continuazione, e l’ammissione, durante una partita a paddle: «Sono ubriaco fracico».

Ieri si è presentato a Trigoria per l’allenamento, prendendosela prima con i siti che avevano riportato la sua nottata sopra le righe. «Anche a Capodanno pensate a fare la notizie… fatevi una vita» . Poi, dopo esser stato ripreso con forza dai dirigenti e (verrà multato e il tecnico deciderà se farlo giocare sabato contro l’Atalanta), si è scusato su . « Sono dispiaciuto per l’accaduto. Lo sapete, mi piace star bene con gli amici e amo festeggiare il Capodanno. Ma la notte scorsa sono andato oltre: la vedevo come una serata particolare, dove si può anche esagerare un po’. Non intendevo dare un esempio negativo, per questo ritengo di dover chiedere scusa per le mie parole e il mio comportamento. Sempre forza Roma».