Rimpianti e giro d'Italia. Ma a Ferrara Viviani gode

01/12/2017 alle 08:48.
viviani-spal_1105166sportal_home

Federico Viviani è un po’ il simbolo di quella che doveva essere la Roma americana e poi non è stata: 25 anni oggi, ne aveva 6 di meno quando fece innamorare Luis Enrique, che lo volle senza se e senza ma nel suo gruppo dopo la preparazione estiva. Di lui si ricordano i 180′ in campo nel disastroso preliminare di Europa League contro lo Slovan Bratislava, agosto 2011 ma, soprattutto, l’esordio in A contro la . La partita finisce 1-1, lui gioca quasi 60′, sembra l’inizio di una storia promettente, che nasce dalla Primavera e sboccia tra i grandi, ma con l’addio del tecnico spagnolo finisce anche la sua avventura in giallorosso.

Dopo aver girato l’Italia, da Padova a , passando per , Latina e Verona, si è rimesso in gioco a Ferrara: titolare fisso con il sogno di restare anche il prossimo anno in A.

(gasport)