Pellegrini: «La Var non fa mai esultare»

31/12/2017 alle 08:13.
pellegrini-corsa-trigoria

IL MESSAGGERO (G. LENGUA) - Questa volta la maledizione del gol dell’ex non si è scagliata contro la Roma. Con la rete al Pellegrini entra nell’elenco dei giocatori giallorossi che hanno segnato alla loro ex squadra (con lui negli ultimi anni anche , , , Osvaldo e ). Un riconoscimento che vale poco, visto il pareggio incassato all’Olimpico che ha rovinato i sogni scudetto della squadra Lorenzo è un uomo di Eusebio, lo ha chiesto espressamente alla dirigenza romanista la scorsa estate ed è stato accontentato: dopo un inizio stagione a buoni livelli, c’è stato un leggero calo che ha raggiunto il culmine nella partita al Wanda Metropolitano contro l’Atletico . Da lì in poi Pellegrini ha seguito i consigli del tecnico e assorbito le critiche: è rimasto in panchina contro Lazio e ed ha giocato appena 9 minuti contro il Qarabag in . Poi è tornato in campo con la Spal per 90’ minuti ed ha ritrovato il gol, la strada sembrava in discesa ma il dicembre nero della Roma ha rovinato i piani Scudetto: «Non riesco ad essere contento per aver segnato. Dobbiamo pensare a migliorarci. Se vinciamo tutte le partite da qui alla fine qualcosa di buono possiamo ottenere. Se c’è da cambiare qualcosa tatticamente? Noi calciatori non possiamo dirlo, è una domanda da fare a qualcun altro», ha detto a fine partita. A rovinare la festa alla Roma è stata la Var: «Ero convinto che il gol di Edin fosse buono, mentre quello di mi sembrava fuorigioco e invece c’è stato un piccolo blocco di Under. Con questa Var non sai mai se puoi esultare o no ed è pesante perché poi il dispiacere è triplo».

ANCHE KO – La parola d’ordine per , invece, è lavorare: «Lo faremo in tanti aspetti, dopo la sconfitta contro il eravamo a 15 e loro a 24, come ora. La distanza è la stessa, dobbiamo riprendere dei punti come avevamo fatto». Al 45’  ha chiesto il cambio per un trauma contusivo al ginocchio sinistro, Schick è influenzato e ha sentito a fine partita un fastidio al polpaccio sinistro. Oggi giornata libera, domani possibili esami sia per Kostas che per Daniele. Politano ha confessato: «Non posso negare che mi farebbe piacere tornare alla Roma».