Juve-Roma al rovescio

23/12/2017 alle 09:20.
as-roma-v-spal-serie-a-11

Si avvicina uno strano -Roma. Perché strano? Perché contiene contraddizioni, alcuni parametri di oggi vanno in controtendenza rispetto a ieri. Dove si conferma come il calcio demolisca luoghi comuni o stacchi etichette preconfezionate, salvo ricostruirli o riappiccicarle a stretto giro di posta.[...]

«Lo scudetto lo vince chi subisce il minor numero di reti». Di solito la . Sullo spirito d’attacco della Roma, idem. L’ultimo scudetto giallorosso, datato 2001, poggiava sul maggior numero di gol segnati [...].  La vanta il miglior attacco con 44 gol, alla faccia del tutto bellezza e offensività e della Roma stessa. La miglior fase difensiva però ce l’hanno i giallorossi, con appena 10 gol al passivo. La Roma conta una partita in meno, deve recuperare la gara con la Samp, per cui il primato è virtuale, ma il dato dice da che parte tira il vento oggi e spazza via l’immaginetta di allenatore zemaniano, spensierato e farfallone. Nulla è come sembra o come pensiamo che sia. [...]

Più intrigante il fatto che nella ci siano tre titolari di estrazione romanista. è arrivato a Torino con treno diretto dalla stazione Termini; in aereo da Monaco di Baviera, via Bayern; alla Roma era in prestito ed è stato l’ a venderlo alla . Non è tutto. La ha cercato di prendere e , oggi sembra interessata al giovane Pellegrini. [...]

Partita ricca di spunti tecnico-tattici. Ne ingrandiamo uno che potrebbe smuovere qualcosa o spostare equilibri, per usare l’espressione di un ex juventino. Sulla destra della , come esterno d’attacco, dovrebbe collocarsi Douglas Costa, che è mancino. La classica mossa del piede invertito, affinché il giocatore rientri verso l’interno e tiri o serva un traversone col piede preferito. In questo caso la variante potrebbe funzionare con maggior forza perché Douglas Costa avrà davanti Kolarov, mancino esuberante nelle discese e nelle conclusioni, ma in difficoltà ogni volta che deve difendere col destro, il suo piede sbagliato. [...]

Allegri e sono uniti dal . Allegri l’ha portato in B nel 2008, ha completato l’opera con la promozione in A nel 2013. Sembravano allenatori diversi, ma si è un po’ «allegrizzato», ha smussato gli spigoli di certi dogmatismi iniziali, ha scoperto il valore della duttilità. È più liquido, meno schematico. [...]

(gasport)