Olimpico, schierati mille agenti: un derby nel segno del fair play

18/11/2017 alle 08:34.
lazio-roma-scontri-polizia-derby-3

LA REPUBBLICA (F. SAVELLI) - Mille agenti schierati in tutta l’area intorno al Foro Italico, 4 aree di sicurezza all’interno dello stadio Olimpico, vedette lungo il fiume Tevere e 35 pattuglie della polizia per l’assistenza informativa sugli itinerari corretti. Con i tifosi delle due squadre che confluiranno da direttrici opposte: ponte Milvio per i laziali e piazzale Clodio per i romanisti. Il clima è teso e l’allerta sicurezza è massima per il derby Roma-Lazio che si giocherà questo pomeriggio alle 18. Sono previsti 55mila spettatori con le due curve ormai esaurite da giorni: ai 21 mila abbonati attesi, si aggiungono i 33mila tagliandi venduti. Ma «l’obiettivo comune» hanno sottolineato ieri mattina il Guido Marino, il della Roma Mauro  e il presidente della Lazio Claudio Lotito al termine del tavolo tecnico «è di garantire un’ atmosfera di festa per uno dei derby più partecipati degli ultimi anni». E in attesa del fischio d’inizio proprio le due società hanno voluto lanciare un messaggio alle due tifoserie. Come ha riportato il profilo  della A.S. Roma, l’ex capitano giallorosso Francesco  ha incontrato Giorgio e Cristiano Sandri, papà e fratello di Gabriele, il tifoso laziale rimasto ucciso ad Arezzo l’11 novembre del 2007 da un colpo di pistola sparato da un agente di polizia. Con  e i Sandri anche Angelo Peruzzi, club manager della Lazio: “Uniti nel ricordo di Gabriele Sandri e nel rispetto dei valori dello sport” il cinguettio social della Roma. «Bello l’affetto di tutte le tifoserie nel decimo anniversario della morte di Gabriele. Mi auguro che il derby sia una festa di sport e civiltà» ha rilanciato il tecnico romanista Eusebio Di Francesco. Intanto le misure per la sicurezza sono scattate già in serata con controlli accurati nel centro storico, frequentato da tifosi di entrambe le squadre. Già attivate anche quelle antiterrorismo: gli agenti hanno infatti proceduto con bonifiche intorno alle aree verdi dello stadio mentre la polizia Fluviale ha perlustrato lo specchio d’acqua del Tevere davanti all’Olimpico. Misure lungo il fiume che resteranno attivate durante la partita con due fotocellule dei vigili del Fuoco che illumineranno le aree golenali del Tevere durante l’afflusso delle tifoserie e una pilotina della polizia che invece pattuglierà lo specchio d’acqua. Uno spiegamento di forze previsto anche all’interno dello stadio dove sono state organizzate le quattro aree di sicurezze interne nelle quali verranno impiegate 15 squadre di pronto intervento per la gestione delle folle. Con il supporto degli uomini della Digos che aggiorneranno ora per ora i servizi di sicurezza fino al termine della partita. Attivate infine le chiusure, le deviazioni e i divieti di fermata su via dei Robilant, ponte Duca D’Aostavia Antonio di San Giuliano e via della Farnesina.