Diritti TV, il Riesame «disintegra» le accuse

22/07/2017 alle 11:10.
soccer-serie-a-ac-milan-v-internazionale-milano-inter-milan

L'inchiesta della Procura di Milano sui diritti TV subisce un duro colpo e ora pare destinata all'archiviazione. Il Tribunale del Riesame ha infatti confermato il no alla richiesta di arresto per Marco Bogarelli, Giuseppe Ciocchetti (entrambi ex manager di Infront) e Riccardo Silva (ex presidente di MP&Silva), richiesta che era già stata respinta dal Gip. Per il tribunale cade l'accusa di associazione a delinquere.

L'ipotesi di reato formulata dai magistrati, che indagavano sulle aste dei diritti tv tenute dal 2009 ad oggi, è stata smantellata dal Riesame, secondo cui nonostante si siano verificate «azzardate operazioni finanziarie», queste non hanno recato «alcun danno alla Lega, alle società di calcio o ai singoli competitor». Erano finiti nel registro degli indagati anche e Claudio Lotito, presidenti di e Lazio. Coinvolto, ma mai formalmente indagato, anche l'ex ad del Milan Adriano Galliani.

(gasport)