Da Gerson a Alisson, le facce del mercato di riserva

22/11/2016 alle 07:08.
as-roma-v-fc-astra-giurgiu-uefa-europa-league-41

IL MESSAGGERO (S. CARINA) - L'ultimo leit-motiv per provare a giustificare il ko di Bergamo, è che la Roma è una squadra senza carattere e personalità. Come se la personalità viaggiasse a tempi alternati: nei primi 45 minuti c'è, nella ripresa scompare. Oppure, per tornare indietro di qualche settimana in uno degli stadi più difficili d'Europa, il San Paolo di , dura 90 minuti per poi venir meno a distanza di un mese ad Empoli. Sarebbe curioso sapere cosa ne pensano di questa tesi calciatori come , , e che fanno proprio del temperamento il loro quid in più. E se il problema fosse diverso? Uno su tutti: le rotazioni limitate alle quali è costretto in mediana e in attacco dall'inizio della stagione.Tralasciando l'annoso problema delle fasce difensive (a proposito: domenica a sinistra ha giocato , un centrale di piede destro), da agosto il tecnico ha avuto a disposizione a centrocampo i soli (reduce da uno stop di 2 anni), , e .

ROTAZIONI LIMITATE - L'altro elemento utilizzabile, Gerson, Lucio non lo vede (13 minuti in campionato) mentre , finché non si è infortunato, gioco-forza ha fatto il . Diverso il discorso delle rivali dei giallorossi. Precisazione d'obbligo: non si tratta di confrontare la qualità (che a Trigoria non manca) ma la quantità degli interpreti a disposizione degli altri allenatori che, diversamente da , possono permettersi di ruotare maggiormente le loro rose, evitando così di averle in apnea già a novembre (i casi di e , lasciati a casa dai rispettivi ct, sono emblematici, ndc). Tralasciando la che in alcuni ruoli, aspettando Witsel a gennaio, garantisce ad Allegri anche triple scelte, l' in mezzo al campo ha sette giocatori: Banega, Joao Mario, Brozovic, Kondogbia, Gnoukouri, Medel e Felipe Melo. Il , otto: Hamsik, Jorginho, Diawara, Zielinski, Allan, Giaccherini e El Kaddouri, aspettando che venga impiegato con più frequenza il giovane Rog. Il Milan senza coppe, è partito addirittura con 9 uomini: Bonaventura, Honda, Fernandez, Poli, , Locatelli, Pasalic, Montolivo e Bertolacci (ora infortunati). Torino e Lazio ne alternano sei, l'Atalanta otto. Un discorso, quello riguardante le rotazioni, che si estende anche all'attacco. La Roma è l'unica delle big a non avere un centravanti di riserva. Se non gioca , si cambia modulo. L'accusa di non avere speso, è bugiarda. Lo si è fatto ma male. La panchina di Bergamo, tra , , Gerson e Juan Jesus, si portava dietro quasi 60 milioni di investimenti e, tolto il difensore, appena 50 minuti disputati in campionato. Un lusso, superfluo, da correggere a gennaio con l'arrivo di almeno un paio di elementi, scelti da , tra mediana e attacco.