INTER-ROMA: Amarcord (VIDEO)

05/02/2011 alle 12:42.

LAROMA24.IT - Partita sempre ricca di gol ed emozioni, quella che vede Inter e Roma affrontarsi a San Siro. Il primo confronto andò in scena l’11 dicembre 1927, allo Stadio Fossati di Milano. Si concluse con un pirotecnico 3-3, con la doppietta di Bussich e il gol di Chini Luduena per la Roma di Garbutt, mentre per i meneghini andarono a segno Zanotto, Savelli e Pietrobona. Il 27 aprile 1930 la Roma fu strapazzata dall’Ambrosiana con un perentorio 6-0.

 

Il primo confronto andò in scena l’11 dicembre 1927, allo Stadio Fossati di Milano. Si concluse con un pirotecnico 3-3, con la doppietta di Bussich e il gol di Chini Luduena per la Roma di Garbutt, mentre per i meneghini andarono a segno Zanotto, Savelli e Pietrobona. Il 27 aprile 1930 la Roma fu strapazzata dall’Ambrosiana con un perentorio 6-0. Un poker di Meazza, Visentin e Blasevich regalarono ai nerazzurri il successo interno più pesante nella storia dei confronti contro la Roma, addirittura bissato negli anni ’50.

Il primo successo giallorosso arrivò il 25 novembre 1934, nello Stadio Civico Arena, per 0-1. Fu un gol del “corsaro nero” Guaita a regalare la vittoria contro l’Ambrosiana Inter. Otto anni dopo, il 18 gennaio 1942, una doppietta di Naim Krieziu consentì alla Roma, che di lì a pochi mesi conquistò il suo primo tricolore, di sbancare Milano con un importantissimo 0-2. Identico risultato anche l’anno seguente, il 28 marzo 1943, con i gol di Pantò e Amadei in due minuti, che regalarono uno 0-2 di elevato prestigio alla squadra di Kertesz.

 

Undici anni dopo, il 31 ottobre 1954, un nuovo successo giallorosso a San Siro per 1-2. In due minuti Galli e Boscolo risposero all’iniziale vantaggio meneghino, realizzato da Lorenzi. Ancora meglio, il 10 aprile 1960, fece la Roma di Foni, che andò a vincere per 1-3, grazie alla doppietta di Manfredini e al gol di Orlando. La rete della bandiera nerazzurra fu realizzato da Antonio Valentin Angelillo. Un successo ancor più prestigioso arrivò il giorno di Capodanno, il 31 dicembre 1961. La Roma di Carniglia mandò di traverso la notte di San Silvestro alla grande Inter di Helenio Herrera, sbancando San Siro per 0-1, grazie a un gol nel finale di “Piedone” Manfredini. Il 20 febbraio 1972 Helenio Herrera, trasferitosi nella Capitale, ottenne un prestigioso 2-2 a San Siro, grazie alla doppietta di La Rosa, che pareggiò i gol di Jair e Mazzola. Tre anni dopo, il 18 maggio 1975, la Roma di Liedholm torna al successo nella Scala del Calcio, con le reti di Morini e De Sisti, superando 0-2 i nerazzurri di Suarez. Altra memorabile vittoria il 29 aprile 1979, con la Roma di Valcareggi che sbancò San Siro grazie a Pruzzo e De Nadai. Un rigore di Mazzola, nel finale, fissò il risultato sull’1-2.

 

Successo ancor più roboante il 26 ottobre 1980, con la Roma di Liedholm che strapazzò l’Inter di Bersellini per 2-4, grazie alla tripletta di Pruzzo e all’autogol di Bini. Inutile la doppietta di Mazzola per i nerazzurri. Il 24 aprile 1983 una Roma in dirittura d’arrivo verso il suo secondo scudetto, non andò oltre lo 0-0 a San Siro, con i nerazzurri che protestarono moltissimo per un gol annullato ad Altobelli per fuorigioco. Nonostante un nettissimo predominio di gioco, gli uomini di Liedholm non riuscirono a trovare il successo e dovettero attendere altre due settimane per la matematica certezza del tricolore. Il 23 aprile 1994 la Roma, nonostante l’incubo della serie B esorcizzato a Foggia, sfiorò il successo in casa nerazzurra, con il rigore fallito da Mihajlovic dopo l’iniziale vantaggio di Giannini e i gol di Fontolan e Berti. Nel finale Cappioli realizzò il definitivo 2-2, salvato da un prodigioso intervento nel finale su Berti. A quattordici anni dall’ultimo successo a San Siro, l’11 settembre 1994 la Roma di Mazzone tornò a vincere per 0-1, grazie ad una goffa autorete del suo pupillo Festa nel finale, dopo che Cervone tenne in gara i giallorossi con una serie di prodigiosi interventi.

Da lì in poi una lunga serie di sconfitte, che nemmeno la Roma del terzo scudetto riuscì ad evitare, cadendo mercoledì 1 novembre 2000 per 2-0, sotto i colpi di Hakan Sukur e Recoba.

 

Spettacolare il 3-3 del 6 aprile 2003, con i gol di Cassano con puntata da calcio a 5, a cui replicarono Vieri, Recoba ed Emre. Ma prima un autogol di Di Biagio e poi un chirurigico sinistro di Montella fissarono la gara sul pari. Nel finale anche due legni, prima di Montella e poi di Batistuta, appena trasferitosi in nerazzurro tra mille polemiche. Bisognerà aspettare il 26 ottobre 2005 per rivedere la Roma vincente a Milano. Quel mercoledì sera la Roma di Spalletti, come spesso le capitò in quel periodo, diede una lezione di calcio ai nerazzurri di Mancini. Prima Montella e poi due volte , con uno strepitoso cucchiaio a Julio Cesar e su rigore, portarono i giallorossi a sbancare San Siro. Inutile la doppietta di Adriano, anche se l’Inter nel finale sfiorò la clamorosa rimonta. Si impose la Roma per 2-3. L’anno seguente un nuovo successo giallorosso, che rimandò di qualche giorno il primo tricolore nerazzurro del post Calciopoli. Si giocò mercoledì 18 aprile 2007, per recuperare il turno di campionato annullato dopo la morte dell’ispettore Raciti a Catania. La Roma si impose per 1-3 andando inizialmente in vantaggio con Perrotta. Nel finale , su punizione deviata da Figo, e Cassetti risposero al rigore inesistente concesso da Trefoloni ad Adriano e realizzato da Materazzi.

Gli ultimi tre confronti hanno visto altrettanti pareggi, spesso contestati, come quello del 2008 con le clamorose sviste di Rosetti e il gol nel finale di Zanetti che spezzò i sogni scudetto della Roma, o il 3-3 del 2009 con le linguacce di Balotelli ai tifosi Romanisti. Fino all’1-1 del campionato scorso, con lo splendido colpo di testa di Vucinic, il pareggio di Eto’o e le provvidenziali parate di Julio Sergio su Milito.

Anche domenica sera, nonostante il ritardo in classifica, Inter-Roma sarà garanzia di spettacolo e un decisivo spartiacque per i sogni di gloria di entrambe.

 

INTER-ROMA 2-2 1979/1980

INTER-ROMA 3-2 1981/1982

INTER-ROMA 3-3 2002/2003

INTER-ROMA 2-3 2005/2006

 

Alessandro Monzio Compagnoni