Roma-Shakhtar, FLORENZI: "Una partita da Roma, Dzeko è un diamante" (AUDIO E VIDEO)

13/03/2018 alle 23:26.
florenzi-mixed-3

Queste le dichiarazioni di Alessandro , centrocampista della Roma, rilasciate alla stampa a pochi minuti dal fischio d'inizio e al termine della sfida con lo Shakhtar Donetsk:

A PREMIUM SPORT - ASCOLTA L'AUDIO

0 tiri in porta, avevi detto ieri che non volevate impegnate .
Abbiamo giocato una partita da Roma e abbiamo meritato.

Un aggettivo per e ai sorteggi chi vorresti ai quarti?
Non penso a chi potremmo prendere, sarà bello mettersi lì davanti, non ho una preferenza. Edin è il nostro diamante, ce lo teniamo stretto.

ai quarti?
Non ci penso, me l’avete già chiesto, voglio tornare andare a casa da mia moglie e mia figlia.

Ormai sei diventato un “terzinaccio”, alcuni si sono meravigliati del numero che hai fatto, vuoi dire che hai tanta qualità e tecnica per fare anche il centrocampista e esterno?
Intanto grazie, sono un ragazzo con i piedi per terra e a volte do troppo bastone e poca carota, faccio giudicare agli altri le mie prestazioni. Sono a disposizione di squadra e allenatore, sempre e sarà così fino a fine carriera.


A ROMA TV

Partita da grande squadra...
Abbiamo giocato una buona gara da ogni punto di vista, dopo il gol abbiamo difeso alla grande. Tutti e 11 volevamo vincere, credo si sia visto, siamo sicuri che lo stadio abbia sofferto insieme a noi.

Avete avuto pazienza...
Ci eravamo detti di non andare all'arrembaggio, siamo riusciti a fare gol su una grande giocata di Edin e Kevin poi siamo stati bravi a tenere il risultato.

Un po' di tensione nel finale...
Si, ci sta, non ci sta la spinta sul raccattapalle. Mi complimento con tutti i raccattapalle, sono stati bravissimi

C'era da espellere Ferreyra...
Non so, l'arbitro poteva fare anche altro. Ora però ci godiamo la qualificazione. Il problema è che l'arbitro non ha visto, ma ci sono gli assistenti...

Avete fatto 90' concentrati, perchè solo nelle grandi occasioni??
Dovremmo cercare dentro di noi di approcciare a tutte le partite come questa sera o nelle grandi partite, dobbiamo migliorare ma possiamo farlo solo noi, nessuno ci può aiutare. Sappiamo che è anche una cosa mentale e ognuno di noi deve fare qualcosa in più per giocare sempre al massimo

La prestazione vi ha spinto oltre le vostre possibilità?
Oggi non abbiamo fatto nulla di straordi nario, c'è un risultato straordinario che la Roma non faceva da 10 anni. Dobbiamo cercare di giocare sempre così

I sorteggi?
Non ho una preferenza. Vogliamo goderci il sorteggio e giocare con coraggio contro chiunque


IN MIXED ZONE

Per te è la prima volta ai quarti
"L'emozione personale è tanta, sicuramente è una grande soddisfazione per noi, per i tifosi, per Roma, per tutte le persone che oggi sono venute e ci hanno sostenuto anche dopo un passaggio sbagliato e fino alla fine"

Questo rafforza un po' il tuo ruolo e quello di Daniele?
"Rafforza la Roma che è quello che interessa a me, a Daniele e a tutti i ragazzi. Oggi abbiamo vinto in 30, ha vinto Bruno che ha salvato la palla in casa dello Shakhtar, parliamo dell'esultanza, coi primi ad arrivare che erano quelli a scaldarsi. Si è vista una grande Roma che ha difeso il risultato coi denti e continuando ad attaccare per cercare il 2° gol"

Due squadre italiane ai quarti: è una rivincita del calcio italiano?
"Dobbiamo avere una ripresa, questo è sicuramente un punto di partenza. Vuol dire che siamo vivi e l'Italia ripartirà alla grande"

Questa può essere il vostro Mondiale per te e Daniele?
"Ti dico la verità, vorrei tutte e due. Mi mancherà...ma ho tanta voglia di giocare questo quarto insieme ai ragazzi. Chiunque sia, dobbiamo giocare senza paura e con coraggio. Siamo una buona squadra"

L'avversario preferito per i quarti?
"Non ce l'ho, non ci penso"

Ti senti pronto a diventare il nuovo capitano della Nazionale?
"Non lo so, ci sono molti giocatori che hanno più esperienza e presenze di me. Sono solo a disposizione del ct e qualora mi convocherà darò tutto per l'Italia come faccio per la Roma"