Sampdoria-Roma, MONCHI: "Dzeko? Le offerte finora arrivate non ci interessano" (AUDIO)

24/01/2018 alle 20:14.
whatsapp-image-2018-01-20-at-14-13-11

Queste le dichiarazioni di Ramon Rodriguez Verdejo 'Monchi', direttore sportivo della Roma, rilasciate alla stampa a pochi minuti dal fischio d'inizio della gara con la Sampdoria:

MONCHI A PREMIUM SPORT - ASCOLTA L'AUDIO

Le ultime su ?
L'ho visto negli spogliatoi, ora si sta scaldando...

A livello di mercato?
Continuiamo sulla strada iniziata dalle mie parole di sabato scorso. Come tutti i club del mondo, la Roma ascolta le offerte per tutti, non solo per Edin. Siamo sempre pronti ad ascoltare, poi decidiamo. Edin è qui, quindi significa che le offerte arrivate finora non ci interessano

Il resto del mercato?
Stiamo lavorando per questo, ma finora non è uscito nessuno. Non è arrivato ancora nessuno, è vero, ma stiamo lavorando per cercare qualcosa che possa migliorare la squadra

Il suo mandato riguarda anche aspetti economici?
Il ds deve guardare agli aspetti sportivi ed economici, è sempre così. Se fosse stato il contrario, sarei andato a prendere ...

La ?
Dobbiamo vincere per cambiare le dinamiche delle ultime partite, abbiamo giocato bene a Milano ma dobbiamo continuare su questa strada e fare bene, stavolta per 90'

Ha detto di offerta non soddisfacente per : ma per il giocatore o per la Roma?
Non so se è arrivata un'offerta al giocatore, non sono il suo procuratore, ma parlo della Roma: in questo momento le offerte arrivate non ci piacciono e non le accettiamo

Aleix Vidal?
E' un giocatore del , non è il caso di parlare di giocatori di altre squadre.

La foto con i trofei del Siviglia su ?
Non sono così presuntuoso. Quando sono un po' stanco della stessa immagine, cambio. Devo fare tanto per guadagnarmi la fiducia dei tifosi giallorossi, devo lavorare per far diventare la Roma più grande.

Rifarebbe le scelte di mercato estive?
Ci sono situazioni diverse, Karsdorp è infortunato e non l'abbiamo mai visto giocare, Schick ha avuto un'estate complicata e anche Defrel è stato più spesso fuori che in campo, ma la fiducia resta la stessa.