Roma-Sampdoria, DI FRANCESCO: "Siamo in crisi, non ci gira nulla a favore. Non mi spiego il problema del gol" (VIDEO)

28/01/2018 alle 23:01.
img_1893

Queste le dichiarazioni di , allenatore della Roma, rilasciate alla stampa al termine della gara con la Sampdoria:

DI FRANCESCO A PREMIUM SPORT

Roma ufficialmente in crisi, squadra che non riesce a segnare
Siamo partiti malissimo nei primi 25', è stato bravo . Non siamo stati in partita, poi appena ho invertito gli esterni c'è stata la soluzione che ci ha dato manovra. Nel secondo siamo partiti bene e abbiamo subito gol al primo tiro in porta. Non mi sono piaciuti i primi 25', abbiamo creato occasioni. Sui gol non so cosa rispondere, abbiamo creato tanto ma non siamo riusciti a concretizzare

C'era la possibilità di rientrare in corsa per la , perchè quell'approccio?
non era una cosa voluta, potevo aspettarmi meno brillantezza ma anche la Samp ha fatto 3 partite come noi. Non so perchè siamo entrati in campo impauriti. La squdra fa fatica a segnare e questo ci condiziona

Schick, la sua situazione?
Si è fatto male ieri, un problema muscolare simile al precedente. Fermarsi adesso è inopportuno, siamo in crisi e non ci gira nulla a favore, come per il rigore sbagliato. Questo non ci aiuta.

Si subiscono anche molti tiri, cosa non avvenuta negli ultimi 2 mesi?
Si, nel primo tempo abbiamo subito troppo, la fase difensiva era la nostra forza ma abbiamo sbagliato lasciando le ripartenze sui terzini. Non eravamo con la testa giusta, dopo la prima mezz'ora siamo usciti alla distanza e fatto bene. Sul gol si poteva difendere meglio in occasione del cross di Murru.

Le voci di mercato influiscono nella testa di e nella sua?
Dovessimo pensare a questo, anche gli altri 10 erano sul mercato... Non è legato ad Edin e oggi di mercato non voglio parlare, magari viene travisato ciò che si dice.

Se non dovesse essere ceduto , potrebbe toccare ad ... Questo non la fa dormire?
Non mi fa dormire la crisi del gol.

La situazione dei giocatori dopo la sosta?
Non ho detto che non sono stati professionisti. sicuramente questa finestra di riposo è stata un disastro, abbiamo fatto 4 partite consecutive dopo la sosta e non va bene. E' chiaro che qualche errore da parte nostra, in particolare mia, è stato fatto

Il rigore calciato da ?
Uno lo doveva tirare, hanno sbagliato anche gli altri. Flroenzi in allenamento ha battuto benissimo i rigori e se l'è sentita. Peccato per l'errore ma chi non li tira non li sbaglia.


DI FRANCESCO A SKY SPORT

Perché ha tirato il rigore ? Era lui il prescelto?
Si era lui il capitano è quello aveva provata spesso e non avendo gli altri è stato scelto lui. Ma ultimamente chi scelgo scelgo sbaglio.

Sembra si sia rotto qualcosa nel gruppo
Io ritengo che la squadra ha espresso trame di gioco ottime in alcuni moemtni, ha perso veemenza e cattiveria ma abbiamo fatto bene 70 minuti a Milano, bene tutta la gara con la Sampdoria poi oggi invece abbiamo fatto i primi 25 minuti malissimo. Quando ho cambiato gli esterni siamo andati meglio e si sono viste situazioni interessanti e poi sull'unico tiro preso nel secondo tempo abbiamo subito gol. E' un momento in cui va tutto male La squadra non deve vincere per l'allenatore ma per tutta la società e per tutta la squadra che è una squadra forte che ambisce ad andare in

Perché il cambio di Pellegrini e il cambio di modulo?
A Genova ci abbiamo pareggiato mettendoci così. Avevo visto Lorenzo un po' stanco e poco lucido nelle scelte finali, veniva da due partite consecutive e volevo cercare di vincere la partita mettendo un attaccante vicino a

? Disturbato dal mercato?
Le situazioni favorevoli le ha avute in queste due partite, se dovessi pensare alla squadra nei primi 25 minuti stanno tutti in partenza visto l'atteggiamento. Lui ha avuto diverse occasioni ma non ha avuto la freddezza per fare gol come anche gli altri. Quello che mi preoccupa sono i 25 minuti iniziali, questa squadra attacca poco la profondità e quando lo fa crea occasioni importanti. Questo è quello che mi manca

Urlavi a tutti di andare avanti
Si perché eravamo troppo schiacciati e non riuscivamo a uscire. Loro non hanno battuto un fallo laterale indietro perchè sapevano che saremmo andati a pressare e noi invece lo abbiamo fatto spesso e per quello mi sono incazzato. Non va bene giocare tutti quei palloni su , non ci sta.

Pensi che leggerezza, spensieratezza e lucidità possono essere le cose che più vi mancano?
Quello che hai fatto dopo i primi 25 minuti dimostra che la squadra poteva e voleva fare determinate cose e quindi avrebbe potuto farlo dall'inizio. Sai che quando i risultati non vengono vincere una partita anche su calcio di rigore oggi sarebbe stato importante per tutti, io voglio che la squadra giochi con coraggio ma la spensieratezza quando i risultati non arrivano non viene naturale

Ti aspettavi qualcosa di diverso dopo il meeting societario di Londra?
Noi dobbiamo fare prestazioni differenti in campo. Oggi non ho il desiderio di parlare di mercato, compete ad altri. Devo pensare a riconquistare almeno il quarto posto perché abbiamo le potenzialità e il dovere di farlo.


DI FRANCESCO A RAI SPORT

3 punti nelle ultime 7 partite, contestazioni da parte del tifo
Fa parte del gioco, è giusto ci sia malcontento. Devo pensare a risolvere questi problemi, il fatto che la squadra non sia esistita per mezz'ora, non siamo stati bravi a concretizzare. Oggi ci voleva una vittoria, è un grandissimo peccato ma bisogna guardare avanti

, pessima prestazione
non è il rigorista, in questo momento chi decido sbaglia...
è il capitano, il giocatore più rappresentativo, voleva batterlo

E' cambiato qualcosa nel piano della Roma?
è ancora qua e gioca. Di mercato non voglio parlare, lo fa la società, perché poi magari alcune cose vengono travisate. Il piano è ritrovare una squadra con cattiveria

Non ha un'identità questa Roma
Dal mio punto di vista è una questione mentale, altrimenti non fai quello che hai fatto nel finale. Si vede che certe trame e situazioni di gioco ci sono, ora vengono a mancare certezze. Nell'ultimo periodo abbiamo preso troppi tiri in porta, la mia squadra ha concretizzato poco ma concedeva poco, ora questo non succede. Credo che l'aspetto psicologico sia predominante ora.


DI FRANCESCO A ROMA TV

Sconfitta che fa male soprattutto per come è maturata.
Nel primo tempo abbiamo fatto 25’ da incubo, poi abbiamo iniziato a giocare quando ho invertito gli esterni. Quando ho invertito i due esterni la squadra ha fatto quello che ho chiesto, peccato perché nel momento in cui stavamo facendo meglio e meritavamo qualcosa in più abbiamo preso gol.

Cosa deve fare la Roma per ripartire?
È un periodo in cui creiamo tanto e concretizziamo poco. Adesso concediamo anche troppi tiri agli avversari. Nei primi 25’ sembrava che non ci stavamo con la testa.

La difficoltà di questa squadra è nel periodo, hai sempre detto che la squadra ti segue poi però escono questo tipo di prestazioni che non è la prima, hai pensato a qualche discorso tattico per variare qualcosa? In che maniera la Roma deve ripartire?
Le devo valutare tutte, concediamo troppo agli avversari,cose per me inaspettate per come avevamo preparato la partita, non ci esce nulla di quello che proviamo in allenamento. Ci sto pensando, dovrei anche avere a disposizione tutti i giocatori per poter ragionare in una determinata maniera.

Quello che fa rabbia è che la squadra non ha avuto la cattiveria e rabbia che tutti ci aspettavamo dopo i risultati di e Lazio, come mai?
L’approccio è inaspettato anche per me. C’è un dato che mi ha fatto ragionare: è il secondo giocatore che ha toccato più palloni, quasi 40, è una cosa che non ho mai chiesto e non ho mai voluto. Significa che non avevamo la testa per fare certe cose, poi abbiamo preso gol quando la Sampdoria era diventata innocua. Mi aspettavo una squadra arrembante e cattiva, invece non c’è stata.

Vedrà di risolvere i problemi, è il momento delle grandi responsabilità, in questi momenti si vede la reazione di grande condottiero, la vedo molto amareggiato ma deve crederci con il gruppo perché la Roma è un gruppo valido.
Si sono amareggiato, inutile fare proclami. Alla fine possiamo fade 5 tiri in porta ma la concretezza si vede qua, dobbiamo essere più determinati e concreti, per questo mi dispiace, ma state certi che da martedì cercheremo di mettere tutto in carreggiata.


DI FRANCESCO IN CONFERENZA STAMPA

Visti i primi 25’ ne avrei dovuti cambiare 10, la squadra non ha rispettato le mie direttive. Quando ho invertito gli esterni è cambiata la partita, dovevamo attaccare più la profondità e invece palleggiavamo poco in basso. Se ha giocato più palloni dei centrocampisti, un errore c’è. Abbiamo permesso alla Samp di aggredirci con facilità, che non è accaduto dopo ma era quello che avrei voluto. Sto qui a dire sempre che non concludiamo, ma concediamo anche troppo. Abbiamo subito gol magari nel momento in cui abbiamo subito meno

Dal gesto di a Genova è iniziato tutto: c'è qualche legame?
Credo di no, ma quella partita ha fatto girare determinate situazioni. Abbiamo lasciato tante occasioni per strada, siamo in difficoltà coi risultati e questo toglie sicurezze. La medicina migliore sarebbe stata vincere, dal punto di vista psicologico serve un rinforzo, una vittoria, per scacciare questa crisi palese. 3 punti in 6 partite testimoniano un andamento non consono ai nostri presupposti.

E' la prima volta che arrivano fischi. Cosa può dire alla gente per rassicurarla?
Credo che il momento è difficile anche per loro, sono comprensibili. Oggi il tifo ci ha sostenuto ma ha ritenuto di fischiarci per quello che sono gli ultimi risultati. Abbiamo opportunità di dargli soddisfazioni importanti, cerchiamo di sfruttarle. Questo non ce lo possiamo permettere, sia la squadra che io come allenatore.

Paga le aspettative eccessive?
Credo che di aspettative dobbiamo vivere, fino a quando si parla di scudetto forse sì. Ho sempre detto che abbiamo qualcosina in meno rispetto a e anche quando eravamo a 5 punti, però in questo momento abbiamo fatto troppo poco rispetto alle nostre possibilità. Abbiamo avuto difficoltà con gli infortuni e tante situazioni non ci hanno aiutato però questi sono alibi a cui non mi voglio assolutamente attaccare. Questi risultati dipendono solo da noi, non possiamo sbagliare i gol che sbagliamo, non ce lo possiamo permettere.