Roma-Cagliari, Lopez: "Abbiamo fatto un'ottima partita. Fazio ha toccato di mano, le immagini parlano chiaro"

16/12/2017 alle 23:45.
img_9144

L'allenatore del Cagliari, Diego Lopez, ha rilasciato alcune dichiarazioni alla stampa al termine della gara persa per 1-0 contro la Roma, che ha causato non poche polemiche per un presunto fallo di mano di al momento del gol e per il doppio intervento del Var. Queste le sue parole:

LOPEZ A MEDIASET

Impressione sul gol di ?
"Dal vivo non ho vista nulla, la palla mi è passata dietro le spalle. Sono decisione dubbie, è andata che stavolta è stata accontentata la Roma rispetto a noi. Fa male per come è andata ma va elogiata la prestazione dei ragazzi. Si poteva fare meglio ma per carattere e determinazione è stata la nostra miglior partita. Siamo riusciti a fare la nostra partita, abbiamo fatto tirare poco la Roma nel primo tempo e nelle ripartenze potevamo fare meglio. Comunque vanno fatti i compimenti alla squadra, non bisogna mai abbassare la testa, bisogna guardare sempre avanti".

Il gol di ?
"Le immagini parlano chiaro, bisogna vedere se a parti invertite sarebbe cambiato qualcosa. Ha toccato con la mano e trae vantaggio. Anche sul rigore l’arbitro aveva ammonito e aveva visto tutto, che senso c’è a ricorrere al Var? Ma gli episodi vanno bene o male, preferisco parlare della squadra".

Potevate far male alla Roma.
"Si, in fase di non possesso abbiamo fatto la partita che dovevamo fare, in fase di possesso potevamo fare meglio, abbiamo giocatori che potevamo sfruttare in contropiede. La squadra è apparsa solida, ma si può far meglio".
Una squadra che non abbassa mai la testa ed è dura da battere. Dove stai lavorando e dove si può crescere per alzare un po’ l’asticella?
"I ragazzi danno tutto e ci seguono, abbiamo dimostrato che ci siamo e dobbiamo migliorare in fase di non possesso. Sono soddisfatto, poi loro avevano 3 attaccanti forti in campo e nonostante tutto abbiamo tenuto. E’ nella fase di possesso che dobbiamo migliorare, la strada giusta è questa".
Come sta Barella?
"Bene, ha un dito della mano rotto, può comunque giocare".

LOPEZ A SKY SPORT 
Vi aspettavate di mettere in campo un ritmo superiore a quello della Roma?
"Abbiamo fatto un’ottima partita, quella che volevamo fare. Abbiamo fatto tirare poco alla Roma, specialmente nel primo tempo, poi è normale che nel secondo è entrato , questa squadra è organizzata ed era una partita non semplice. In fase di possesso abbiamo fatto bene ma si poteva fare meglio, in qualche ripartenza anche. Potevamo giocare qualche palla in profondità in più".
Barella è pronto per una grande?
"E’ già in una grande. Ce lo teniamo stretto, anche in questo mercato di gennaio e nel prossimo anche. Sono due ragazzi (Barella e Romagna, ndr) che mi piacciono, stanno trovando continuità e si allenano tanto. Rimangono molto e lavorano tanto, Barella è un giocatore che dal 1 all’ultimo minuto dell’allenamento dà tutto. Mi ricorda Pisano a 17 anni e che a 25 si allenava alla stessa maniera, è un esempio per i ragazzi della nostra primavera".Pensa di poter recuperare ?

"La qualità del giocatore non si discute perché si vede, oggi era una partita divers ama secondo me ha tenuto bene il campo. Fisicamente sta migliorando, sa che deve lavorare tanto perché la testa ce l’ha. E’ il lavoro sul campo che poi determina".
Il lavoro serve a migliorare sempre…
"Lo penso anche io. Questa squadra l’ho vista giocare bene, alcune decisioni andavano prese meglio. Questo è il calcio, oggi avevamo davanti una grande squadra ma questa è la strada che dobbiamo continuare a seguire, quella del lavoro, e sapere che si può migliorare ancora".Perché è rimasto cosi dietro in occasione del gol?
"E’ vero ed è giusto parlarne. E’ stato un errore che dovevamo evitare fino alla fine".

Se un giorno le chiedessero di andare a convalidare un gol come quello di cosa direbbe?
"Le immagini sono chiare, trae vantaggio con il braccio e sul primo episodio l’ammonizione per l’attaccante c’è. Bisogna vedere a parti invertite se annullava il giallo e convalidava il gol".


LOPEZ IN CONFERENZA STAMPA


L'errore sul gol? 

"Dico che la partita in fase di non possesso è stata ottima, secondo me tecnicamente potevamo fare meglio, potevamo fare qualche ripartenza, cose diverse. Anche sulle uscite trovare prima i quinti. Abbiamo sbagliato qualche scelta ma siamo andati sotto pressione. Sul gol subito abbiamo fatto un errore di tempo, siamo partiti prima e abbiamo permesso che venisse fuori l’episodio del gol"

Cosa è mancato a parte non riuscire a ripartire? 
"A volte abbiamo avuto palla al centro, sapevamo che loro venivano in pressione e dovevamo giocare sulle punte. Rubano palla nel campo avversario, lo sapevamo, non dovevamo giocare questi palloni. Non è stata una partita fatta benissimo come nella fase di non possesso. Sono contento per la prestazione globale per la squadra. Non era semplice fare una partita così"

Penalizzati dal Var?
"Posso parlare degli episodi che sono andati contro di noi, tocca il pallone con la mano, si vede. Bisogna vedere le immagini che guardano gli arbitri. Bisogna migliorare, tutti commettiamo errori, bisogna cercare di eliminarli. Il rigore è una situazione difficile, si può interpretare come lui che va incontro al . La cosa importante è vedere se a parti invertite veniva fatta la stessa cosa. E’ importante questo e le immagini che vedono gli arbitri. Gli errori li fanno tutti, bisogna cercare di migliorare".

Chi l’ha impressionato di più tra le squadre di vertice? 
"La . Il lo conosco, ha un gioco che le altre non hanno, ha un gioco superiore, è quella che gioca meglio. La non ha il gioco del , ma ha grande qualità, gestisce bene le partite e può fare gol. L’ è in crescita. Queste tre lotteranno per lo scudetto".

Roma fuori dalla lotta scudetto per lei? 
"Sono queste tre. Dico che oggi abbiamo sbagliato nelle uscite, perché abbiamo perso qualche palla importante sapendo che loro davano pressione alta. In altre no. Abbiamo fatto ottime prestazioni cercando di venire fuori palla al piede".