Shakhtar-Roma, PEROTTI: "Un secondo tempo maledetto, tutta colpa nostra. Ma ci basta un gol per passare" (AUDIO e VIDEO)

21/02/2018 alle 23:30.
perotti-3-2

Queste le dichiarazioni di , attaccante della Roma, rilasciate alla stampa al termine della gara con lo Shakhtar Donetsk:

A PREMIUM SPORT - ASCOLTA L'AUDIO

L'espulsione di Taison avrebbe alterato la gara di ritorno.
Può darsi, ma non voglipo pensare a questo episodio. Dobbiamo pensare che facendo un gol passiamo noi

Due squadre diverse, perchè?
Anche io me lo chiedo, era una partita da vincere, soprattutto per il primo tempo mi dispiace tantissimo per quel secondo tempo maledetto, è colpa nostra non cerco alibi e scuse, siamo noi i responsabili e adesso abbiamo due partite dure con Milan e e poi pensiamo al ritorno. Il terzo gol ci avrebbe ammazzato, ma dobbiamo pensare che passiamo con un gol...

Loro erano molto forti sulle fasce, tu hai fatto un lavoro massacrante anche in fase di non possesso. Eravate pronti a questo?
Nel primo tempo si, poi se guardi il secondo puoi pensare di no. Mi fa inc***are perché avevamo fatto un gol importante fuori casa e giocavamo bene, non so se quel gol ad inizio secondo tempo ci ha fatto abbassare l'intensità, forse manca esperienza, dobbiamo migliorare, stare zitti e lavorare. Non piango per l'arbitraggio, si vedrà al ritorno.

Ti arrabbi se Sampaoli non ti chiama al Mondiale?
No, ma sarei deluso perché sarebbe l'ultimo Mondiale della mia carriera, ma prima devo fare bene qua alla Roma. So della qualità della nazionale argentina, me la giocherò fino alla fine perché è il mio sogno

Un saluto da parte di Vucinic.
Vucinic è stato un giocatore fantastico e lo saluto, è un grande piacere


A ROMA TV - ASCOLTA L'AUDIO

Un grande primo tempo, poi nel secondo vi siete persi...
Il loro gol ci ha fatto calare fisicamente e mentalmente, è colpa nostra e non cerco alibi. Abbiamo fatto male e ora dobbiamo lavorare e preprare il ritorno visto che con un gol passiamo noi

Taison ti ha dato una gomitata...
L'arbitro fischia. Io non piango e non piangerò mai dopo una partita. Ha visto che era fallo mio, basta. Pensiamo a preparare il ritorno e a passare il turno

Cosa ha visto l'assistente?
Non lo so...

Perchè questi black out?
Dentro lo spogliatoio eravamo tutti morti. Capisco che magari i tifosi quando sentono queste parole, mie o dei miei compagni, possono essere stanchi di sentire le stesse cose però non cerco alibi. E' colpa nostra, dobbiamo lavorare. Se siamo capaci di giocare un primo tempo del genere e poi nel secondo tempo non siamo in grado di ripeterci è colpa nostra. Il gol che abbiamo fatto ci da fiducia, sappiamo che segnando un solo gol a Roma passiamo noi. Dobbiamo stare zitti e lavorare.


IN MIXED ZONE

Buon primo tempo della Roma, poi cos’è successo?
Penso che il loro gol ci abbia fatto abbassare la mentalità, è stato un colpo e non siamo stati bravi a cambiare e pensare che era solo un pareggio ed era ancora un buon risultato. Però, potevano prendere il terzo gol e penso che nel secondo tempo sarebbe stato più giusto, perché loro hanno giocato meglio, ora pensiamo a noi.

Abbiamo visto il mister molto arrabbiato a fine partita, vi ha detto qualcosa?

Non c’è bisogno, noi sappiamo che abbiamo fatto malissimo ed è un peccato perché abbiamo lavorato e si è visto nel primo tempo, non è che abbiamo giocato male tutta la partita, non siamo stati bravi a chiudere la partita o ad essere più intelligenti a gestire il possesso palla o nell’andare a pressarli. Dobbiamo giocare in casa e fare solo un gol per passare.

Ma attribuisce il calo solo ad un discorso mentale o anche fisico? E' sembrato che dopo il gol sia successo qualcosa.

Quello che ti ho detto prima. E’ vero che quando corri dietro a loro, non prendi la palla e il fisico si abbassa, loro non sembravamo stare da due mesi senza campionato, hanno giocato con il supporto dei loro tifosi, che ha dato una spinta in più, che noi avremo all’Olimpico. Ma sicuramente è stato un nostro errore e siamo noi i responsabili di questa sconfitta, dobbiamo migliorare per passare il turno.