Morte Astori, l'AS Roma: "Ci sembra impossibile che il suo sorriso sia stato spezzato all'improvviso". Totti: "Scioccato e incredulo", Monchi: "Conosco il dolore che si prova"

04/03/2018 alle 13:16.
logo-roma-bianco-2

Inevitabile il cordoglio dell'As Roma per la morte di Davide Astori, che ha giocato la stagione 2014-2015 con la maglia giallorossa: "L’AS Roma si unisce al dolore del mondo del calcio per la scomparsa di Davide Astori. Sconvolti dalla tragica notizia, dirigenti, calciatori e tutti i dipendenti della società si stringono attorno al dolore della sua famiglia". Anche il ds della Roma Monchi ha dedicato un messaggio alla scomparsa del capitano della , ricordando anche l'episodio che colpì anni fa a Siviglia il difensore Antonio Puerta: "Conosco la sofferenza, quello che si sente, il dolore che si prova perché purtroppo l’ho vissuto in prima persona con lo sfortunato Antonio Puerta. Auguro molto coraggio ai suoi familiari, ai suoi amici e ai suoi compagni, alla e al calcio italiano. RIP Davide Astori". "L’ho conosciuto nel settore giovanile al Milan e poi incontrato molte volte nel corso della sua carriera. Sentite condiglianze alla famiglia. RIP Davide", ha scritto su  Umberto Gandini. "Scioccato, incredulo e senza parole per questa tragedia. Sono vicino alla famiglia e agli amici di Davide Astori" è il messaggio sui social di , dirigente della Roma ed ex capitano di Davide ai tempi della Roma. Twitta anche Alex Zecca: "Notizia incredibilmente triste. La mie preghiere e quelle della mia famiglia vanno alla famiglia di Davide"

La società ha voluto ricordarlo anche attraverso il proprio sito ufficiale, ecco ciò che ha scritto la Roma: "Una notizia terribile, di quelle che non si vorrebbero mai ricevere. Davide Astori ci ha lasciati improvvisamente, a 31 anni, a poche ore da una partita come tante. Assieme abbiamo condiviso una stagione, piena di emozioni. Nel 2014-15 collezionò 30 presenze con la nostra maglia e segnò un gol, decisivo, proprio a Udine, nello stesso stadio in cui oggi avrebbe dovuto guidare da capitano la sua . Ci sembra impossibile che il suo sorriso sia stato spezzato all'improvviso, così, in una notte maledetta, lasciando un vuoto incolmabile nel cuore di chi lo conosceva e restava sorpreso ogni giorno dai suoi molteplici interessi, dalla sua curiosità, dalla professionalità che mostrava in tutti gli aspetti del suo lavoro. Lavorare con lui era semplice, perché lui era semplice. Superare la sua scomparsa non lo sarà mai. Ciao Davide".