Negrisolo: "Alisson è un portiere fenomenale, sui livelli di Zoff e Peruzzi"

21/12/2017 alle 19:54.
atletico-madrid-v-as-roma-uefa-champions-league-14

AS ROMA MATCH PROGRAM (T. RICCARDI) - Lo dice il giorno dopo dell’eliminazione dalla Coppa Italia: “La Roma è tra le prime squadre in Europa, al livello dei top club come , Chelsea e Atletico . Lo ha dimostrato in ”. Roberto Negrisolo non ha dubbi, nonostante la sconfitta con il Torino. Lui, decano dei preparatori dei portieri italiani, per anni figura di riferimento nel Milan di Sacchi e Capello, campione d’Italia nello staff della Roma nel 2001 è uno che il calcio a livelli alti lo ha vissuto e respirato quasi quotidianamente. “Quindi, se parlo della Roma in questi termini, ho cognizione per farlo”.

Cosa la piace di questa Roma?
Sta diventando una squadra fortissima, sul livello delle migliori in circolazione. È vero, ha perso con il Torino, ma per un qualche episodio. È stata sfortunata, però ha giocato a calcio. Ha creato occasioni. Vedrete che in futuro questa eliminazione si trasformerà in un vantaggio. La rosa ha calciatori fortissimi. Forti davvero, non normali. , Kolarov,
,
, , e tanti altri.

? Detto da un esperto come lei fa effetto.
Ragazzi, credetemi: la Roma ha un fenomenale. Rende semplici le cose difficile. Normalizza ogni situazione. Riesce a dare tranquillità al reparto in ogni circostanza. Ha una tecnica di base importantissima. Sa cosa gli ho detto una volta a Trigoria?.

No, racconti.
Gli ho detto: “Tu sei nato ”. E lui mi ha sorriso rispondendomi: “Sì, è vero, anche da piccolo giocavo in porta”. Per me è sul livello di Zoff e Peruzzi.
Anche loro non erano portieri che concedevano tanto allo spettacolo o al cinema, però riuscivano a stare sempre nel posto giusto, al momento giusto. Poi, possono anche commettere degli errori, ma guardate le parate. Soprattutto la tecnica. è essenziale, ma completo in tutto. Per me ha già la testa da allenatore, quando smetterà per me lo vedremo su qualche panchina.

Già l’ha menzionata la tecnica di base. Quanto è importante in un ?
Semplicemente, è tutto. In un non conta la forza come sento dire in giro, ma la qualità degli interventi. è alto più di un metro e novanta ed è piazzato.
Che vuoi allenare sulla forza? La forza ce l’ha già di suo. Le faccio un esempio, vuole?.

Prego.
Ha presente il gol di in al Chelsea? Quello del tiro al volo? Ecco, in quel momento Courtois – che considero tra i primissimi interpreti del ruolo insieme ad – compie un errore. Spinge con la gamba sbagliata e subisce il gol. Se avesse utilizzato l’altra gamba, probabilmente quella rete non l’avrebbe incassata. Se fosse allenato da un come Marco Savorani, magari, quell’indecisione non l’avrebbe avuta.

Savorani, il dei portieri giallorossi.
Marco ora è il numero uno o tra i numeri uno nel suo ruolo. Potrebbero dargli una cattedra per insegnare come si sta in porta. Conosce i segreti più nascosti di questo mestiere e sa trasmetterli ai suoi portieri. Lui lavora tanto sul campo, insegna sempre a semplificare ogni parata o ogni gesto. Sa cosa non sopporto di quelli che fanno il mestiere di giornalista?.

Dica pure.
Chi definisce “miracolo” una parata particolarmente bella o difficile. Non esistono i miracoli. I miracoli li hanno fatti i santi in altri campi, ma non nel calcio. Il calcio è una cosa semplice, ma va fatto con passione. Come fa Savorani o come ho sempre fatto io in carriera. Bisogna conoscere la materia, non si può pontificare da nessun pulpito. Sento suoi colleghi che in diretta televisiva si permettono di contraddire un allenatore quando l’allenatore è pagato tanto di più di un cronista. E viene pagato per fare delle scelte, per la professionalità acquisita negli anni. Questi fenomeni parlano a vanvera, non li sopporto. Ricordo quelli che a inizio stagione hanno mortificato con giudizi fuori dalla grazia di Dio. Invece Eusebio è un allenatore vero e anche esperto….

Nonostante sia uno dei più giovani tecnici in Serie A.
Ma lui pensa già da veterano. È avanti rispetto a tutti. Come è nato per fare il
,
è nato per essere un grande allenatore. Ma lo ha già dimostrato in a cospetto di gente come Simeone o
.

Sabato -Roma e la sfida nella sfida tra e .
Di ho già detto. Mi preme aggiungere che sempre tra gli addetti ai lavori della stampa c’era stato chi aveva dato addosso a questo ragazzo. Dicevano che la Roma si presentava senza
. Ma questi non lo conoscevano, non avevano visto le partite della nazionale brasiliana. Io l’ho fatto e conoscevo bene le sue qualità.

?
Fortissimo come il brasiliano. Forse difetta ancora un po’ nelle uscite alte, ma sta migliorando anche da quel punto di vista. Sia lui sia quando prendono un tiro sotto la traversa, allungano il braccio e mettono in calcio d’angolo. Non fanno interventi a effetto, tendono sempre a semplificare. Fanno sempre la cosa più giusta. Gli allenamenti di Savorani hanno permesso a
di andare alla e guadagnare ancora di più rispetto al passato. Questo deve fare un dei portieri o qualsiasi altra figura professionale all’interno di una società, deve valorizzare il materiale che ha a disposizione.

Non tutti lo fanno nel calcio di oggi?
Vedo che in questo sport vanno sempre più avanti personaggi che si definiscono preparatori dei portieri o professionisti in altri campi, ma poi che non hanno le qualità per fare quel lavoro. La Roma in questo sta facendo eccezione. È sempre di più una società di rango e sta riportando gente allo stadio. Per vedere questa Roma bisognerebbe pagare un doppio biglietto. Uno è troppo poco….

Un pronostico per la gara con i bianconeri?
Dico un pareggio. Tipo 0-0 o 1-1, con grandi prestazioni dei singoli. Soprattutto con belle parate di e
. Sarà sicuramente una partita avvincente. Tuttavia, spero che prevalga la formazione di . Roma è la capitale del mondo, merita di avere una squadra top come quella di oggi. Una squadra che può giocarsela con tutti in Europa, figuriamoci con la .