La Roma tra le big della stagione 2017/18

04/10/2017 alle 06:49.
img_4367

La stagione entra nel vivo e stiamo assistendo ad una Roma che cresce esponenzialmente dal punto di vista della manovra e della compattezza grazie anche alla coesione dello spogliatoio presso il quale il mister gode di grande stima; ha saputo imporsi come un vero leader attraverso un approccio inclusivo, schietto e con uno spirito vincente.
Il crollo contro il Celta Vigo e il pareggio contro l’Atletico
al debutto di
(con il senno di poi) non sono altro che un ricordo sbiadito, ma che ha dato la “proverbiale sveglia” all’intero team. Il punto forte di questa Roma infatti non sono solo le gambe e le forze fresche ma soprattutto la mentalità che il mister è in grado di inculcare ai suoi giocatori, si prenda come esempio il greco in passato improduttivo e deciso a concludere la sua avventura con i giallorossi, oggi la musica è decisamente cambiata, il giocatore è infatti deciso ad affermarsi come punto fermo grazie alle sue pregevoli doti nell’uno contro uno e grazie alla sua capacità di leggere le situazioni; è certo che la Roma farà di tutto per blindarlo poiché il suo contratto è in scadenza nel 2019 e la sua giovane età unita alle sue doti tecniche e alla sua ritrovata verve fanno gola a numerosi top clubs europei. Un ventunenne che ha saputo dimostrare tutta la sua maturità e capacità di mediazione nei confronti del compagno di squadra (con il quale non pare non scorresse buon sangue) nel match contro il Milan dell’ex Montella, evitando che il bosniaco piuttosto nervoso, prendesse il secondo lasciando i compagni in dieci in una sfida chiave come quella di San Siro.
Secondo solo a che nella stagione 2013-14 aveva inanellato dieci vittorie consecutive, quello della Roma targata
riporta alla mente i fasti della “Maggica” tricolore di Fabio Capello con quindici punti in sei giornate con una sola débâcle contro i nerazzurri di . La vittoria contro il Milan ha dato conferma che la Roma è una delle pretendenti al titolo, anche se lo stesso coach non si lascia andare a facili entusiasmi, esortando alla prudenza e al duro lavoro. La mentalità vincente si riconosce soprattutto nei momenti di difficoltà e nonostante l’infortunio di tre pezzi da novanta come
(infortunio alla coscia nel match contro i rossoneri) Pellegrini (problema al polpaccio) e (infiammazione al ginocchio) che tra l’altro salterà il match con la nazionale, il morale è comunque alto e pare che i tre potranno tornare operativi per la super sfida contro il capolista che “venderà cara la pelle” in una sfida determinante per le sorti del campionato. I tifosi appassionati di pronostici potranno usufruire
del bonus di benvenuto sport.
Se il big match si fosse dovuto giocare questa domenica, il tecnico avrebbe avuto più di una “gatta da pelare” a centrocampo, la sosta si rivela dunque un vero un toccasana per la Roma, che darà modo allo staff tecnico di tenere sotto controllo i giocatori che riportano guai fisici di varia entità e che saranno tutti disponibili per la sfida del 14 ottobre.