Dacourt: "Grenier ha tanto talento ma Roma è una piazza difficile. Spalletti l'uomo giusto per vincere un trofeo"

03/02/2017 alle 19:02.
dacourt-2

CSS - L'ex centrocampista della Roma ha rilasciato un'intervista all'emittente radiofonica parlando anche del nuovo acquisto giallorosso Clement Grenier, presentato oggi a Trigoria. Queste le sue parole:

Che calciatore è Grenier? Cosa può aggiungere alla Roma?
"Grenier ha tanta qualità, è stato sfortunato perché ha avuto tanti problemi di salute, è arrivato anche in Nazionale e questo significa che ha qualità importanti. Certo sarà difficile inserirsi nel centrocampo giallorosso, ad esempio è eccezionale, come . Grenier non ha niente da perdere a Lione non lo vedevano più, a Roma ha una chance eccezionale per recuperare anche la Nazionale, ha grande talento e deve tornare a dimostrarlo. Non è male lasciare la Francia per lui, avrà meno pressione, perché ha sempre giocato a Lione, è nato lì, è sempre molto difficile. Ha un eccellente piede destro, calcia in maniera straordinaria le punizioni, ora deve fare il salto di qualità. Roma è una piazza molto difficile, io prima di venire a Roma avevo fatto semifinale di col Leeds, se giochi a Roma puoi giocare altrove, per giocare nella Capitale ci vogliono le palle, perché c’è una pressione incredibile, quando le cose vanno bene è difficile, quando le cose vanno meno bene è ancora più difficile".

Sulle ambizioni della Roma in questa stagione?
"Seguo la Roma, mi è rimasta nel cuore, la Roma è vicinissima alla , che resta la favorita, credo che sia l’uomo giusto per vincere e può portare la Roma ad alzare un trofeo, ha una rosa importante a disposizione, mi fa piacere vedere e ancora al top, sono l’anima della Roma. Ricordo con emozione la vittoria contro la in casa, quando segnai sotto la curva, mi è rimasta nel cuore quella serata".

La Sud e la questione barriere? Quanto sta mancando alla Roma?
"La Sud ti carica, è il dodicesimo uomo in campo, i calciatori vivono per queste emozioni, per la gente, per dare emozioni al pubblico. A Parigi avevano estromesso gli ultras e lo stadio era quasi morto, così è successo a Roma. Sono per il rispetto delle regole, ma i tifosi devono andare allo stadio, bisogna fare di tutto per restituire la Sud alla Roma".