Roma, i gol dalla distanza latitano ma è primato per le segnature da calcio fermo

16/11/2010 alle 07:45.

LAROMA24.IT - Il boato dell'Olimpico che accompagna le sgroppate di John Arne Riise e il conseguente invito a tirare anche da distanze improponibili, farebbe pensare ad una Roma dal piede caldo da fuori area. In realtà, quest'anno, dati alla mano, non è affatto così. In questa stagione i giallorossi da oltre16 metri non ha mai segnato e tirato veramente poco. Nella scorsa stagione, nelle prime 12 giornate di campionato, la Roma era andata a segno tre volte da lontano con De Rossi (vs Juve), Riise (vs Siena) e Totti (vs Napoli).

Ma c'è un dato che dice che la Roma è la squadra migliore a sfruttarlo: i gol provenienti da calcio piazzato. Tra le quindici reti fin'ora segnate dai giallorossi in campionato, 6 provengono da calci da fermo. Il 40 % del totale. In questa speciale classifica i giallorossi sono i primi in serie A (6 reti anche la ma con la percentuale su dato complessivo del26%).

Oltre ai 3 rigori siglati (Borriello e Vucinic nel derby e   a Torino), altrettante reti si sono segnate da azioni provenienti da punizioni o calci d'angolo. , il suo unico gol in campionato, l'ha segnato nella disfatta di Cagliari su colpo di testa da un angolo calciato da . Partita seguente e ospite all'Olimpico. Da un calcio di punizione di , Rubin sbaglia porta e sigla il momentaneo 2-0 giallorosso. Nella trasferta di Brescia invece è Marco Borriello a segnare il gol della bandiera dopo un calcio di punizione dalla tre-quarti di Pizarro. 

Filippo Limoncelli/Gianluca Pace